Tragedia in autostrada, muore a 31 anni sull’A4 otto mesi prima delle nozze

Elisa Boschi è deceduta nell’incidente di domenica avvenuto sulla Torino-Milano. Originaria di Modena, aveva lavorato all’agenzia pubblicitaria Canali&C di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA. Si sarebbe dovuta sposare fra pochi mesi, e tutti i suoi pensieri erano rivolti al programmare quel momento tanto atteso. Sogni tragicamente infranti sulla corsia di un’autostrada, all’improvviso. Questione di secondi: lo schianto, violentissimo, e in un attimo lei non c’era più. È morta così Elisa Boschi, la 31enne deceduta in seguito all’incidente avvenuto domenica pomeriggio ad Arluno (Milano) lungo autostrada Torino-Milano. 
 
Elisa, social media manager a Modena e per lungo tempo dipendente dell’agenzia pubblicitaria reggiana Canali&C, era in compagnia del convivente e futuro sposo Eugenio Pellicciari, 35 anni, della sua amica V.V. 30enne e il fidanzato di lei, F.U., 33 anni. Rientravano da un week end in Val d’Aosta. Le condizioni dell’amica sono gravissime: in coma farmacologico, ieri è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico all’ospedale Niguarda di Milano. 
 
Lesioni lievi e contusioni per i due fidanzati. Sulla causa dell’incidente restano ancora molti aspetti da chiarire: sulla tragedia indaga la polizia stradale di Novara Est. 
 
L’INCIDENTE
Stando a una prima ricostruzione, il mezzo sul quale viaggiavano i quattro amici, un furgone Fiat Qubo, ha improvvisamente sbandato sulla destra scontrandosi contro il guard-rail e ribaltandosi. Il motivo della sbandata è oggetto degli accertamenti in corso: si potrebbe trattare di un guasto al mezzo, di una foratura o di una distrazione. Dopo l’urto contro il guard-rail, Elisa è stata sbalzata in mezzo all’autostrada. I soccorritori del 118 l’hanno trovata in condizioni critiche: è deceduta prima di arrivare al pronto soccorso.
 
OPERATA L’AMICA
L’amica è stata medicata e visitata a Magenta e poi portata al Niguarda dove è ricoverata in prognosi riservata sotto stretta osservazione medica e in coma farmacologico. Ieri è stata sottoposta a un intervento chirurgico. L’urto ha sbalzato in strada anche i tre cani dei giovani. Uno è stato recuperato, mentre sono in corso ricerche per trovare gli altri due.
 
VERSO LE NOZZE
Elisa e Eugenio si sarebbero sposati ai primi di giugno del prossimo anno. V.V., l’amica gravemente ferita, era la testimone di nozze designata. I due fidanzati avevano programmato per tempo le nozze, dopo quattro annui di convivenza. Lei, esperta di comunicazioni e social media, lui conosciuto produttore di luppolo, titolare della Italy Hops Company e organizzatore del Marano Wild Hopfest dediccato a luppoli e birre.
 
ESPERTA DI COMUNICAZIONE
Elisa aveva studiato alle superiori all’Itis Selmi di Modena. Dopo il diploma di maturità, si era iscritta a Giornalismo a Parma, dove si è laureata. Nel frattempo aveva iniziato a scrivere per alcune testate e, dopo uno stage di giornalismo alla Gazzetta di Modena, era passata al settore comunicazioni aziendali e pubblicità. 
Prima alla Nevent di Modena, poi all’agenzia Canali&C di Reggio Emilia, dove è rimasta a lavorare a lungo, e da un anno alla 27 Digital Communication di Modena, dove era social media manager. —