Cacciatore si sente male e cade in una scarpata a Levizzano: è grave

E' successo poco prima delle 11, sul posto ambulanza ed elisoccorso con Saer e vigili del fuoco. Il 78enne è in gravi condizioni ed è stato trasferito dal Santa Maria Nuova di Reggio all'ospedale di Baggiovara

Baiso, i soccorsi al cacciatore ferito

 
BAISO. Macchina dei soccorsi mobilitata per raggiungere un cacciatore. Inizialmente pareva fosse rimasto ferito durante la battuta di caccia, in realtà è stato prima vittima di un malore in conseguenza del quale è poi caduto ferendosi. Il fatto è avvenuto poco prima delle 11 di stamattina, mercoledì 3 ottobre, e subito la centrale operativa ha attivato l’intervento dell’ambulanza di Castellarano e dell’elisoccorso Saer di Pavullo con personale medico a bordo. L’uomo infatti sembrava trovarsi in una zona impervia e difficile da raggiungere quindi è stato attivato anche il Soccorso Alpino con gli uomini della stazione Monte Cusna. 
 
 
La mobilitazione poco dopo le 48 ore di duro lavoro per le ricerche del neozelandese di 65 anni disperso al confine tra Toscana ed Emilia Romagna nella zona del Passo del Lagastrello. Proprio stamattina sono iniziate in questa zona, da parte del Soccorso Alpino e dei vigili del fuoco, le operazioni di recupero della salma individuata nella tarda serata di ieri in un canalone profondo diverse centinaia di metri in località Comano (Massa Carrara).
 
In merito a Levizzano i tecnici del Soccorso Alpino Emilia Romagna sono stati attivati dalla Centrale Operativa 118 Emilia Ovest, in aiuto di un uomo 78enne residente in provincia di Reggio Emilia, colto da malore. 
L'uomo, era impegnato in una battuta di caccia al cinghiale, quando improvvisamente è stato colto da malore ed è caduto a terra, scivolando per alcuni metri in una scarpata provocata da una vecchia frana. 
 
I compagni di battuta hanno prontamente dato l'allarme, contattando telefonicamente il 118; oltre all'equipaggio della Croce Rossa di Castellarano, sono confluite sul posto le squadre territorali del Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna, mentre da Pavullo nel Frignano si è alzato in volo l'elicottero del 118, abilitato per recuperi in ambiente impervio. Una volta arrivati sul posto, i soccorritori hanno messo in sicurezza l'uomo, e dopo averlo stabilizzato lo hanno affidato al personale di Elipavullo, che lo ha trasportato all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia in gravi condizioni. 
 
Nel primo pomeriggio poi il 78enne è stato trasferito all'ospedale di Baggiovara (Modena) per degli accertamenti.