Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Incendio in appartamento a Cerredolo, muore il bassotto

A provocarlo un problema elettrico a un refrigeratore mentre i padroni di casa erano fuori

TOANO
Un cagnolino soffocato dal fumo provocato dal cortocircuito. Ha lasciato una vittima l’incendio avvenuto martedì pomeriggio a Cà Borella, una piccola borgata vicino a Cerredolo di Toano lungo la strada che porta verso il capoluogo. Si tratta di una zona residenziale con diverse palazzine, in cui vivono tante famiglie. Ed è proprio qui, in un appartamento abitato da padre e figlia, che verso le 15 è partito il rogo.
il cortocircuito

A provocarlo, un cortocircuito in un congelatore sistemat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TOANO
Un cagnolino soffocato dal fumo provocato dal cortocircuito. Ha lasciato una vittima l’incendio avvenuto martedì pomeriggio a Cà Borella, una piccola borgata vicino a Cerredolo di Toano lungo la strada che porta verso il capoluogo. Si tratta di una zona residenziale con diverse palazzine, in cui vivono tante famiglie. Ed è proprio qui, in un appartamento abitato da padre e figlia, che verso le 15 è partito il rogo.
il cortocircuito

A provocarlo, un cortocircuito in un congelatore sistemato vicino alla cucina. Le prime scintille hanno generato progressivamente delle fiamme che hanno finito per intaccare il frigorifero e gli altri elettrodomestici, unite a forti esalazioni di fumo e monossido di carbonio. Al momento dell’incidente, padre e figlia non erano in casa, ma avevano lasciato nell’appartamento un piccolo bassotto a cui erano molto affezionati. Il cagnolino è stato soffocato dai vapori tossici, e i soccorritori lo hanno trovato ormai morto.

L’ALLARME
Nel giro di pochi minuti, le fiamme e il fumo hanno iniziato ad essere visibili anche all’esterno e alcuni residenti a quel punto hanno dato l’allarme. A Cerredolo sono arrivate squadre dei vigili del fuoco, pattuglie dei carabinieri, addetti medici e personale del Comune, per cercare di evitare un ampliamento del rogo e prestare soccorso agli eventuali feriti. Il rogo è stato domato dopo alcune ore di lavoro, seguite poi dalle consuete ispezioni.
appartamento inegibile
Come detto, nessuna persona ha avuto problemi, mentre purtroppo il cagnolino non ha avuto scampo. Padre e figlia erano legatissimi al cane che accudivano da tanto tempo. Non è l’unico guaio che devono fronteggiare. L’incendio ha intaccato fortemente l’appartamento, anche nelle sue parti strutturali, e i vigili del fuoco, dopo aver effettuato le verifiche interne, hanno chiesto all’amministrazione comunale di dichiarare l’edificio inagibile. Il sindaco Vincenzo Volpi ha emanato l’ordinanza apposita e in contemporanea si è attivato per trovare una sistemazione alternativa alla famiglia.
I due sono stati ospitati nell’albergo di Cerredolo in attesa di trovare un’altra sistemazione. —