Reggio Emilia, dalla proposta di nozze sul palco del Gay pride al sì in Sala Tricolore

Celebrata ieri l’unione fra Silvano Caso e Salvatore Mandile «Siamo una vera famiglia». Alla cerimonia anche la Cirinnà

REGGIO EMILIA. «Siamo una vera famiglia, nonostante il clima politico e il fatto che in Italia ci si ostini a dire il contrario». La proposta di matrimonio non era di certo passata inosservata. E alla cerimonia hanno avuto anche una inattesa madrina d’eccezione: Monica Cirinnà, la parlamentare del Pd che ha legato il suo nome alla legge sulle unioni civili, ospite venerdì sera di FestaReggio e rimasta in città per non perdersi i festeggiamenti. A distanza di poco più di un anno dal REmilia Pride, ieri in Sala Tricolore è stata celebrata l’unione civile fra Silvano Caso e Salvatore Mandile.

La dichirazione sul palco . Era il 3 giugno 2017 quando Silvano salì sul palco del Gay Pride reggiano annunciando l’intenzione di convolare a nozze con la sua anima gemella, Salvatore: una proposta di matrimonio a tutti gli effetti, pronunciata in piazza della Vittoria davanti a oltre diecimila persone in ovazione. Silvano si è inginocchiato e ha chiesto la mano di Salvatore, dopo aver pensato a lungo a quale sarebbe stato il momento e il luogo più opportuno.


Alla fine la scelta era caduta proprio sul REmilia Pride, la giornata all’insegna dei diritti civili in cui tutta la città si è tinta dei colori arcobaleno. Un momento emozionante e simbolico, accolto fra gli applausi, preludio della festosa cerimonia di ieri.

La coppia. Silvano e Salvatore convivono da sei anni: il primo è operaio per una multinazionale, il secondo è un operatore socio-sanitario di origine siciliana, che si è trasferito a Reggio Emilia proprio per amore, lasciando la sua casa e un lavoro fisso.

Fiori d’arancio. La cerimonia, prevista inizialmente alle 12, è cominciata con un po’ di ritardo rispetto alla tabella di marcia. Ma questo non ha impedito agli sposi, raggianti, e agli invitati, di dare il via ai festeggiamenti, fra i volti sorridenti di parenti e amici arrivati da diverse parti d’Italia.

A celebrare l’unione, il consigliere comunale Pd, Dario De Lucia, uno degli organizzatori del Gay Pride reggiano. Esulta su Facebook anche Alberto Nicolini, presidente Arcigay Gioconda e organizzatore del REmilia Pride: «A poco più di un anno dal REmilia Pride, Salvatore e Silvano hanno detto sì. Evviva!». —

E.SPA.. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.