Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Forza Nuova: no al centro islamico (che non c’è)

Casalgrande, manifestazione annunciata per il 15 settembre, ma il sindaco contrattacca: «Nessun progetto, raccontano balle»

CASALGRANDE. Si torna a parlare del progetto di un centro islamico a Veggia. Lo fa Forza Nuova con un comunicato diramato ieri in cui annuncia, per il 15 settembre, un presidio «per protestare contro la nascita di una nuova enorme moschea, mascherata da centro culturale, che si estenderà su un’area di 2.000 metri quadrati svenduti alla comunità islamica di Sassuolo». Ma il sindaco di Casalgrande, Alberto Vaccari, sul punto è categorico: «Non c’è alcun progetto, e in quell’area nessun progett ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASALGRANDE. Si torna a parlare del progetto di un centro islamico a Veggia. Lo fa Forza Nuova con un comunicato diramato ieri in cui annuncia, per il 15 settembre, un presidio «per protestare contro la nascita di una nuova enorme moschea, mascherata da centro culturale, che si estenderà su un’area di 2.000 metri quadrati svenduti alla comunità islamica di Sassuolo». Ma il sindaco di Casalgrande, Alberto Vaccari, sul punto è categorico: «Non c’è alcun progetto, e in quell’area nessun progetto è consentito. Questi gruppi organizzano tutto questo per cercare visibilità in un territorio in cui non ne hanno, ma stanno raccontando delle balle».

IL SINDACO. Secondo il primo cittadino, infatti, non ci sono novità rispetto a quanto registrato la scorsa primavera: l’interessamento da parte della comunità islamica di Sassuolo per realizzare appena di là dal confine – a i Veggia, nell’area di un’ex macello in abbandono – un centro culturale. Un’opera, però, che come già ebbe modo di spiegare il primo cittadino si scontra con gli strumenti urbanistici del Comune di Casalgrande. E per la quale, peraltro, non è mai arrivata ufficialmente alcuna richiesta.

IL PRESIDIO. Ma Forza Nuova, ora, è tornata alla carica. «Continua serrata la chiusura dell’integralismo islamico nei confronti del popolo italiano. Gli islamici non si confrontano, ma si barricano dietro una religione ridotta a piattaforma ideologica che diventa un ghetto di fanatici interpreti del Corano disposti a tutto pur di servire il loro Dio. L’estremismo e la violenza islamista sono una minaccia per la convivenza civile di piccole frazioni che vengono così colpite dai credenti musulmani», scrive il movimento di estrema destra, che nei mesi scorsi si era già fatto notare con striscioni contro il progetto. E ora parla di «atto di riparazione rivolto a tutto il popolo reggiano affinché ai deliri del partito democratico, solerte complice della moschea mascherata, si costituisca un muro umano guidato da uno slogan chiaro e preciso: Veggia cristiana mai musulmana».

I PERMESSI. Il sindaco Vaccari però è categorico: «Mi dispiace che le persone possano essere manipolate da certi messaggi. Ma ribadisco: non c’è alcun progetto».

Dal 2012, grazie a un documento presentato in consiglio comunale proprio da Vaccari quando era capogruppo, non si possono mettere a disposizioni sale per gruppi di estrema destra. Nullaosta invece a una presidio come quello annunciato, la cui competenza è del questore. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.