Bambini maltrattati, il sindaco Luca Vecchi al Malaguzzi: «Vicino alle famiglie»

Reggio Emilia, così il sindaco durante l'incontro con il personale dell’Istituzione scuole e nidi: «Bisogna capire cioè che è accaduto e perché»

REGGIO EMILIA. Piena fiducia nel personale e volontà di proseguire sulla strada del dialogo con le famiglie, anche in fase preventiva. Dopo il caso della maestra di 55 anni coinvolta in un’inchiesta della magistratura per presunti maltrattamenti ai bambini, il sindaco Luca Vecchi ieri ha incontrato al Centro internazionale Malaguzzi, il personale dell’Istituzione scuole e nidi dell’infanzia (insegnanti, pedagogiste, atelieristi e operatrici). Con il sindaco, l’assessore all’Educazione Raffaella Curioni e il direttore Paola Cagliari.

MISURE NECESSARIE. Il sindaco ha spiegato che è stata avviata un’indagine interna da Comune e Istituzione, che non interferisce con l’operato dell’autorità giudiziaria. Vecchi ha inoltre espresso la vicinanza dell’Amministrazione alle famiglie, di cui si comprendono le preoccupazioni.


FIDUCIA. Nello steso tempo, è stata riaffermata la piena fiducia verso il personale dell’Istituzione e la volontà di proseguire, rafforzandolo, il dialogo con il personale e con le famiglie, con il fine di garantire ai bambini un anno scolastico sereno.

ANALISI INTERNA E DIALOGO. Proprio per questo, ha detto il primo cittadino, servono «un dialogo e un'analisi interna approfondita, per potere comprendere a fondo ciò che è accaduto e perché è avvenuto», con l’obiettivo di rafforzare una scuola che deve continuare ad operare con rinnovata fiducia e con la collaborazione delle famiglie, delle insegnanti e pedagogiste, del personale nelle sue diverse articolazioni.

RISORSE CONFERMATE. È stato infine sottolineato che «non esistono e non sono per nulla previsti», tagli né di personale, né di formazione o organizzazione, né sul piano economico, da parte dell’Amministrazione comunale al sistema educativo reggiano, che anche nell’ultimo bilancio può contare su circa 21 milioni di euro erogati. In particolare, riguardo al personale, sono 160 le nuove unità in servizio in questo anno scolastico, di cui 52 in ruolo a tempo indeterminato: 23 insegnanti e 29 figure ausiliarie. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.