Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Correggio, tegole rotte e muri imbrattati: raid di vandali alla Rodari

Lo sconforto delle insegnanti a pochi giorni dalla riapertura delle scuole: «Vengano qui, si facciano vedere alla luce del giorno, e ripuliscano tutto»

CORREGGIO. Atti vandalici alla scuola primaria “Rodari – Cantona” tra tegole rotte e pareti imbrattate, il danno ammonta a circa 7.000 euro.

A 12 giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico, il Comune di Correggio è costretto a rimuovere le tegole rotte e a ripulire diverse aree delle pareti esterne della scuola che sono state imbrattate con scritte e disegni fatti con vernice spray colorata a forte presa. Già in cantiere gli interventi di ripristino, che consisteranno nel lavaggio delle par ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CORREGGIO. Atti vandalici alla scuola primaria “Rodari – Cantona” tra tegole rotte e pareti imbrattate, il danno ammonta a circa 7.000 euro.

A 12 giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico, il Comune di Correggio è costretto a rimuovere le tegole rotte e a ripulire diverse aree delle pareti esterne della scuola che sono state imbrattate con scritte e disegni fatti con vernice spray colorata a forte presa. Già in cantiere gli interventi di ripristino, che consisteranno nel lavaggio delle pareti con idropulitrice e nel successivo tinteggio.

«Come tutti gli anni, al termine delle vacanze, siamo rientrate nella scuola per organizzare il nuovo anno scolastico – raccontano le insegnanti – Quello che abbiamo trovato e visto ci ha lasciate senza parole».



«Noi crediamo che una scuola, qualunque essa sia, debba essere come una seconda casa – proseguono – in cui i bambini abbiano la possibilità di crescere, confrontarsi e saper distinguere tra il bene e il male. Questo può avvenire solo con il confronto e la discussione. Invece gli autori di questi gesti non vogliono alcun confronto, non hanno ancora capito cosa è bene e cosa è male, cosa si può fare e cosa, invece, è un danno.

Li inviteremmo volentieri nella nostra scuola quando l’amministrazione avrà ripulito tutto – concludono – per far loro vedere che il bello non è quello che hanno lasciato come ricordo del loro passaggio, ma quello che i loro occhi erano in grado di vedere quando ancora la stupidità non li aveva accecati. Li aspettiamo, alla luce del giorno, senza bisogno di nascondersi dietro sigle e disegni, magari per ripulire tutto».

Il sindaco Ilenia Malavasi ha sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri di Correggio: «Abbiamo già provveduto a denunciare gli autori, ignoti, dei danni alla scuola Rodari – ha affermato – Un episodio che va a sommarsi a quelli riscontrati nel corso dell’estate al Parco della Memoria. Utilizzare risorse pubbliche per rendere di nuovo la scuola pulita e accogliente per gli studenti che tra qualche giorno torneranno sui banchi di scuola è doveroso, ma demotivante».

Il 18 luglio scorso infatti, la "rotonda" nella piazzetta del Parco della Memoria, è stata danneggiata da "soliti" vandali. « L'intervento di ripristino della rotonda è stato fatto soprattutto perché – aggiunge Malavasi – i cittadini che vogliono bene alla città sono più numerosi e più forti dei vandali e meritano di potersi godere al meglio il parco. Chiunque abbia visto qualcosa – conclude il sindaco – è pregato di riferirlo ai carabinieri di Correggio».