Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sp 41, è pugno duro contro il transito dei mezzi pesanti

BrescelloÈ scattato il giro di vite sul transito dei mezzi pesanti lungo la Sp41 a Brescello, lungo il tratto arginale di via Molino Caselle. Una strada battuta da camion e tir nonostante il loro...

Brescello

È scattato il giro di vite sul transito dei mezzi pesanti lungo la Sp41 a Brescello, lungo il tratto arginale di via Molino Caselle. Una strada battuta da camion e tir nonostante il loro transito non sia ammesso, come recita la segnaletica.

Per questo motivo l’amministrazione e la municipale Bassa reggiana hanno deciso di porre un freno a queste irregolarità: il comandante vicario del corpo, Davide Grazioli, e gli agenti dell’ambito Ovest, in accordo con il sindaco Elena Benassi, han ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Brescello

È scattato il giro di vite sul transito dei mezzi pesanti lungo la Sp41 a Brescello, lungo il tratto arginale di via Molino Caselle. Una strada battuta da camion e tir nonostante il loro transito non sia ammesso, come recita la segnaletica.

Per questo motivo l’amministrazione e la municipale Bassa reggiana hanno deciso di porre un freno a queste irregolarità: il comandante vicario del corpo, Davide Grazioli, e gli agenti dell’ambito Ovest, in accordo con il sindaco Elena Benassi, hanno predisposto dei servizi mirati a scoraggiare il passaggio dei mezzi pesanti, che in questo periodo trasportano in particolare pomodori e barbabietole. I conducenti prediligono transitare sul tratto arginale in quanto, provenendo da Coenzo di Sorbolo, si incappa in meno traffico e si impiega meno tempo per raggiungere il ponte tra Boretto e Viadana, in questi mesi molto utilizzato a seguito della chiusura di quello tra Casalmaggiore e Colorno: una via più rapida – ma non consentita – rispetto alla Provinciale 62, che costringe al passaggio da Sorbolo e Brescello, con traffico più sostenuto.

Inoltre, il transito di questi mezzi pesanti produce una situazione di pericolo per gli altri utenti, viste le ridotte dimensioni della sede stradale. Gli agenti della Bassa Reggiana, in questo senso, hanno avviato una collaborazione con il corpo di polizia municipale dell'Unione Bassa Est Parmense con la predisposizione di pattuglie a giorni e orari diversi, che stazioneranno sull'arteria interessata a questo fenomeno. Nell'ultimo periodo (fino a luglio compreso) sono state elevate 45 contravvenzioni. Solo nella giornata di ieri, le due pattuglie in servizio, hanno emesso ben 15 verbali. —

A.V.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI