Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scatta il monitoraggio sui ponti reggiani

Il ponte fra Boretto e Viadana sul quale ha lanciato l'allarme Codacons

Reggio Emilia, la decisione presa dal Comitato per l’ordine e la sicurezza: «Nessuna criticità, ma ci saranno controlli periodici»

REGGIO EMILIA . «La questione resterà attenzionata, particolarmente con aggiornamenti periodici, in quanto correlata alla sicurezza dei cittadini». Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova e dopo l’allarme lanciato dal Codacons sul transito di mezzi pesanti lungo il tratto Boretto-Viadana, la Prefettura di Reggio Emilia dispone adesso il monitoraggio di ponti e viadotti presenti nella nostra provincia. L’argomento è stato ieri mattina al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA . «La questione resterà attenzionata, particolarmente con aggiornamenti periodici, in quanto correlata alla sicurezza dei cittadini». Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova e dopo l’allarme lanciato dal Codacons sul transito di mezzi pesanti lungo il tratto Boretto-Viadana, la Prefettura di Reggio Emilia dispone adesso il monitoraggio di ponti e viadotti presenti nella nostra provincia. L’argomento è stato ieri mattina al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

All’incontro, presieduto dal prefetto di Reggio, Maria Grazia Forte, hanno partecipato i vertici delle forze di polizia e dei vigili del fuoco, il presidente della Provincia, Giammaria Manghi, il vicesindaco del Comune di Reggio, Matteo Sassi, e il delegato Anas per l’Emilia.«Nel corso dei lavori, cui hanno preso parte anche i tecnici degli enti proprietari delle strade, è stato avviato un attento monitoraggio, anche in relazione al traffico pesante, sulla sicurezza delle infrastrutture, con particolare riguardo agli interventi manutentivi su viadotti e ponti ricadenti in ambito provinciale», aggiungono dalla Prefettura.

In totale, sono 630 i ponti e i viadotti gestiti dalla Provincia su quasi mille chilometri di strade, ai quali si aggiungono anche i circa 200 (compresi i sottopassi) gestiti dal Comune capoluogo, più le infrastrutture Anas e quelle degli altri Comuni reggiani.«Lo screening ha riguardato la viabilità della Provincia, dell’Anas e del Comune Capoluogo, con una osservazione anche sull’autostrada, per verificare lo stato degli interventi svolti, quelli in atto o di immediata realizzazione, relativi alla sicurezza delle strutture (ponti, viadotti, cavalcavia) e delle modalità adottate da ciascun ente per reperire risorse e per monitorare costantemente lo stato di salute delle opere – spiegano ancora dalla Prefettura al termine dell’incontro – Nel corso dei lavori non sono emersi profili di criticità».

Tuttavia, di fronte «al quadro rassicurante esposto dai referenti tecnici presenti in riunione», durante il Comitato è stato deciso che «la questione resterà attenzionata, particolarmente con aggiornamenti periodici, in quanto correlata alla sicurezza dei cittadini».Fra gli interventi in programma, a Reggio partiranno a settembre i lavori di manutenzione al ponte di Ospizio e a Rivalta, sul ponte che passa su via del Burracchione. In questo caso, si tratta di interventi appaltati dal Comune prima della tragedia che ha colpito Genova. —