Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Boretto-Viadana. Importante capire la capacità di carico del ponte»

Il sindaco Massimo Gazza segue con attenzione i lavori «Dovremo monitorare e gestire il traffico dei mezzi pesanti»

BORETTO. «Avverto su di me una grande responsabilità, il Comune non ha responsabilità diretta nella gestione e manutenzione del ponte, tuttavia è una struttura talmente strategica e fondamentale per il territorio che sarebbe da incoscienti non occuparsene». Così il sindaco di Boretto Massimo Gazza si approccia a un tema più che mai caldo. L’allarme lanciato dal Codacons, che ha chiesto il blocco per 30 giorni del traffico pesante su alcuni ponti italiani, ha infatti ulteriormente puntato i r ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORETTO. «Avverto su di me una grande responsabilità, il Comune non ha responsabilità diretta nella gestione e manutenzione del ponte, tuttavia è una struttura talmente strategica e fondamentale per il territorio che sarebbe da incoscienti non occuparsene». Così il sindaco di Boretto Massimo Gazza si approccia a un tema più che mai caldo. L’allarme lanciato dal Codacons, che ha chiesto il blocco per 30 giorni del traffico pesante su alcuni ponti italiani, ha infatti ulteriormente puntato i riflettori sul tratto Boretto-Viadana, da mesi congestionato dal traffico a causa della chiusura del ponte tra Casalmaggiore e Colorno.

«Sono sempre stato presente ai tavoli tecnici – prosegue il sindaco – alcuni approfondimenti li ho promossi io stesso. Ritengo fondamentale essere a conoscenza delle osservazioni tecniche, perché chi porta le massime responsabilità di un territorio non può liquidare la questione relegando tutte le responsabilità alla parte tecnico-ingegneristica. Il ponte Boretto-Viadana, al compimento del 50esimo anno, è stato oggetto di una verifica generale e di manutenzione, per un totale di oltre 2 milioni. Gli interventi sono stati elaborati dai gestori del ponte, ossia le Province di Reggio e Mantova, con risorse regionali e hanno riguardato prevalentemente le pile in alveo e i giunti».

Interventi sono previsti anche nelle prossime settimane.

«A settembre – aggiunge – terminerà l’incamiciatura in acciaio dei pali di fondazione, e successivamente si procederà alle fasi di collaudo. Aspetto rilevante sarà l’individuazione della capacità del carico del ponte, dato essenziale per la gestione e il monitoraggio del traffico e dei passaggi dei mezzi pesanti. Necessità che si è acuita con la chiusura del ponte di Colorno-Casalmaggiore, che ha incrementato considerevolmente il traffico. Sono allo studio alcune misure per distanziare i mezzi con carichi pesanti, in modo da alleggerire lo stress del ponte e il posizionamento di sensori per misurare le eventuali deformazioni e per monitorare le pile in fase di piena».

«Noto con piacere – conclude Gazza non senza polemica – che del ponte nelle ultime ore se ne stiano occupando in tanti, a partire dal Codacons. Le istituzioni, così, si sentono meno sole e il contributo di tanti è una ricchezza: l’importante è che i contributi abbiano basi tecnico-scientifiche e non emotive, altrimenti non sono contributi, ma altro». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI