Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il vescovo sta bene Dimesso ieri dall’Arcispedale

Il prelato era stato colto  da un malore giovedì scorso. Ora la convalescenza fuori città «A Dio piacendo, sarò presente il 2 settembre a Marola»

reggio emilia

«A Dio piacendo, riprenderò il mio ministero il 2 settembre a Marola. Ringrazio tutti per le attestazioni di affetto ricevute durante il mio ricovero». Così ha commentato le sue dimissioni il vescovo di Reggio Emilia e Guastalla Massimo Camisasca, uscito nel primo pomeriggio di ieri dal reparto Malattie infettive dell’arcispedale Santa Maria Nuova, dove era stato ricoverato dopo il passaggio al pronto soccorso e all’Obi (Osservazione breve intensiva).

Il vescovo era stato colto d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

reggio emilia

«A Dio piacendo, riprenderò il mio ministero il 2 settembre a Marola. Ringrazio tutti per le attestazioni di affetto ricevute durante il mio ricovero». Così ha commentato le sue dimissioni il vescovo di Reggio Emilia e Guastalla Massimo Camisasca, uscito nel primo pomeriggio di ieri dal reparto Malattie infettive dell’arcispedale Santa Maria Nuova, dove era stato ricoverato dopo il passaggio al pronto soccorso e all’Obi (Osservazione breve intensiva).

Il vescovo era stato colto da malore – un serio attacco febbrile, con tutta probabilità dovuta a un’infezione provocata dalla puntura di un insetto – giovedì 9 agosto alle 18, mentre si trovava a Giandeto di Casina per un periodo di riposo; impressionato, aveva chiesto di essere trasportato in ambulanza all’ospedale cittadino, dove è stato assistito dal segretario personale don Patrick.

Il vescovo, che ora inizia un periodo di convalescenza di due settimane, ha espresso gratitudine al personale medico e paramedico dell’ospedale per le cure ricevute. Monsignor Camisasca ha manifestato anche la sua profonda gratitudine a tutti coloro che gli hanno espresso la loro vicinanza e le loro preghiere.

I prossimi giorni di riposo il vescovo li passerà in una casa della Fraternità sacerdotale missionaria San Carlo Borromeo (da lui stesso fondata nel 1985) fuori provincia.

Il prelato riprenderà le sue funzioni domenica 2 settembre: il primo appuntamento ufficiale sarà, a Marola di Carpineti, la celebrazione della messa a conclusione del pellegrinaggio dei giovani “Il Cammino di Rolando” (che parte il giorno precedente dalla Pieve di San Valentino, santuario del Beato Rolando Rivi). —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI