Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Utilizza cellulare rubato Due mesi dopo il furto scoperto il ricettatore

san poloIl derubato non aveva configurato l’App che gli avrebbe consentito di ritrovare il suo cellulare, ma colui che ne è entrato in possesso è stato comunque rintracciato dai carabinieri della...

san polo

Il derubato non aveva configurato l’App che gli avrebbe consentito di ritrovare il suo cellulare, ma colui che ne è entrato in possesso è stato comunque rintracciato dai carabinieri della stazione di San Polo, che hanno bussato alla porta del ricettatore due mesi dopo il furto.

I militari sampolesi hanno denunciato a piede libero per il reato di ricettazione un 57enne residente a Reggio Emilia, che pensava con tutta probabilità di farla franca; invece, a distanza di diverso tempo da ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

san polo

Il derubato non aveva configurato l’App che gli avrebbe consentito di ritrovare il suo cellulare, ma colui che ne è entrato in possesso è stato comunque rintracciato dai carabinieri della stazione di San Polo, che hanno bussato alla porta del ricettatore due mesi dopo il furto.

I militari sampolesi hanno denunciato a piede libero per il reato di ricettazione un 57enne residente a Reggio Emilia, che pensava con tutta probabilità di farla franca; invece, a distanza di diverso tempo da quanto il telefonino era stata r ubato, si è trovato davanti alla porta della sua abitazione i rappresentanti dell’Arma, che hanno chiesto conto allo stupito 57enne dell’utilizzo dello smartphone rubato.

Il furto era avvenuto su un’auto parcheggiata in strada Barilla a Montecchio Emilia, la via che dall’ospedale Franchini porta verso il fiume Enza e il parco omonimo. Il proprietario aveva commesso l’imprudenza di lasciare il suo Samsung Galaxy S6 incustodito all’interno della vettura; al suo ritorno alla macchina, qualcuno aveva forzato la portiera e fatto sparire il prezioso cellulare.

Inoltre il proprietario non aveva attivato l’App per la geolicazzione dell’apparecchio, perciò non nutriva grandi speranze di ritrovare il telefonino.

I carabinieri della locale stazione però hanno richiesto e ottenuto dalla Procura di Reggio Emilia l’acquisizione dei tabulati del traffico telefonico di quel numero in una data successiva al furto, nell’intento di poter risalire, se non all’autore del furto, almeno all’utilizzatore finale del cellulare. È occorso del tempo, ma alla fine i militari hanno scoperto che il Samsung sottratto al legittimo proprietario era associato alla scheda telefonica intestata al 57enne. Quest’ultimo ora ne dovrà rispondere penalmente, mentre il telefonino è stato restituito al legittimo titolare. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI