Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Evade dai domiciliari per andare al lavoro dalla ex, stalker 76enne arrestato

L'anziano già nel dicembre scorso era stato arrestato per non aver rispettato il divieto di avvicinarsi alla donna

BIBBIANO. Non aveva rispettato il divieto di avvicinarsi alla ex moglie che ha continuato a perseguitare con minacce e insulti. Per questo un anziano di 76 anni a dicembre dello scorso anno era stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri che avevano eseguito un’ordinanza di custodia cautelare.

Ai domiciliari è poi stata aggiunta la possibilità per l’anziano di assentarsi da casa tutti i giorni dalle 10,00 alle 11,00. Un provvedimento che tuttavia pare non essere stato sufficiente p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BIBBIANO. Non aveva rispettato il divieto di avvicinarsi alla ex moglie che ha continuato a perseguitare con minacce e insulti. Per questo un anziano di 76 anni a dicembre dello scorso anno era stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri che avevano eseguito un’ordinanza di custodia cautelare.

Ai domiciliari è poi stata aggiunta la possibilità per l’anziano di assentarsi da casa tutti i giorni dalle 10,00 alle 11,00. Un provvedimento che tuttavia pare non essere stato sufficiente per impedire le condotte persecutorie dell’uomo nei confronti dell’ex moglie.

Nella tarda mattinata di lunedì 6 agosto l’uomo è infatti evaso recandosi a Montecchio Emilia dove lavora l’ex moglie che una volta trovatoselo davanti ha subito chiamato i carabinieri che hanno arrestato l'uomo alla luce del reato di evasione, tenendo anche conto dell’ennesima condotta persecutoria.

Nell’agosto del 2016 l'uomo aveva ferito la moglie, una commerciante 62enne all'interno del suo negozio. Dopo quell’episodio le indagini dei carabinieri avevano indotto il gip a vietargli di avvicinarsi a più di 500 metri dalla donna, di tentare di comunicare con lei e di aggirarsi nei pressi del negozio e dell’abitazione.

Lo stalker non ha rispettato questi divieti continuando a recarsi nel negozio, pronunciando frasi del tipo: “devi morire”, “ti ammazzo e poi faccio una strage e vi ammazzo tutti” “devi lasciare casa” “ devi darmi il negozio”. Inoltre il 26 agosto scorso si era presentato in negozio e dopo aver proferito frasi offensive e minacciose aveva preso a calci la donna. Per questo a dicembre era finito ai domiciliari ottenendo a gennaio anche la possibilità di assentarsi al mattino per un’ora.