Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rifiuti, 23 Comuni sopra la soglia del 73% nella differenziata

REGGIO EMILIANella nostra provincia il dato sulla differenziata nel 2017 sale al 71,3% (+2,9% rispetto al 2016); sono 23 i Comuni che hanno già raggiunto o superato “quota 73%”, obiettivo fissato al...

REGGIO EMILIA

Nella nostra provincia il dato sulla differenziata nel 2017 sale al 71,3% (+2,9% rispetto al 2016); sono 23 i Comuni che hanno già raggiunto o superato “quota 73%”, obiettivo fissato al 2020 dal Piano regionale dei rifiuti. Lo rende noto la Regione.

ROLO AI VERTICI

Al vertice si colloca Rolo con il 88,1%. Seguono Bibbiano (87,7%), Sant'Ilario (87,3), Correggio (86,3), Boretto (86,3), Guastalla (85,9), Poviglio (85,5), Cavriago (85), Gualtieri (84,6), Gattatico (83,5), Luzzara (82 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA

Nella nostra provincia il dato sulla differenziata nel 2017 sale al 71,3% (+2,9% rispetto al 2016); sono 23 i Comuni che hanno già raggiunto o superato “quota 73%”, obiettivo fissato al 2020 dal Piano regionale dei rifiuti. Lo rende noto la Regione.

ROLO AI VERTICI

Al vertice si colloca Rolo con il 88,1%. Seguono Bibbiano (87,7%), Sant'Ilario (87,3), Correggio (86,3), Boretto (86,3), Guastalla (85,9), Poviglio (85,5), Cavriago (85), Gualtieri (84,6), Gattatico (83,5), Luzzara (82,2), Castelnovo Sotto (82,1), Montecchio (82), Fabbrico (81,9), Rio Saliceto (81,6), Bagnolo (79,3), Campagnola (79,2), Cadelbosco Sopra (78,8), San Martino in Rio (78,7), Reggiolo (74,1), Brescello (74,1), Campegine (73,7), Albinea (73,4). La città di Reggio Emilia è a quota 66,5%.

montagna flop

Sotto “quota 73” si trovano invece Rubiera (69,9%), Vezzano o (67,4), San Polo (66,9), Quattro Castella (65,3), Castelnovo ' Monti (65,3), Casalgrande (63,7), Scandiano (61,5), Novellara (61,4), Viano (60,6), Castellarano (60,5), Carpineti (60,3), Canossa (60), Vetto (46,8), Baiso (46,3), Casina (45,8), Toano (44), Ventasso (41,7) e Villa Minozzo (38,5).

il quadro in Emilia

La differenziata oltrepassa il 50% in tutte le province emiliano-romagnole. Parma tocca il 77,6% (+3,7% sul 2016). Reggio Emilia segna il 71,3% (+2,9%), poi Ferrara che raggiunge il 68% e mette a segno l’aumento più rilevante: +7,2%. Modena con il 67,8% (+3%), Rimini al 63,5% (+3,3%) e sale anche Bologna (+2,8%, centrando il 59,5%). Forlì-Cesena si attesta al 56,4% (+0,8) mentre Ravenna è stabile col 54,8% (-0,4%). Calo per Piacenza, al 61,1% rispetto al 63,4% dell’anno precedente. Il passaggio alla tariffa puntuale avverrà in modo completo in tutti i territori quando saranno aggiudicate le nuove gare per il servizio di gestione rifiuti.

il commento

«L’Emilia-Romagna è ai primi posti in Italia per differenziata e prosegue verso il raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano regionale, nel quale abbiamo spostato in alto l’asticella per la salvaguardia dell’ambiente e la vivibilità degli spazi urbani – afferma il governatore, Stefano Bonaccini – I numeri ci danno ragione. Ringrazio per questo i sindaci, i gestori dei servizi di raccolta e, soprattutto, i cittadini». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI