Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Opere da 800 mila euro per sistemare le strade dell’Alto Appennino

Dieci provinciali interessate dagli interventi per il primo lotto di un appalto da 1,8 milioni. Presto un altro bando di gara per l’altro lotto di lavori

VENTASSO. Oltre alla bretella che finalmente renderà superabile la frana di Vaglie, la Provincia è sul punto di avviare una serie di altri importanti interventi sulle strade dell’alto Appennino per un importo di 800mila euro, per mettere in sicurezza i tratti delle strade del reparto sud maggiormente compromessi da una stagione invernale che è stata caratterizzata da eventi meteo particolarmente intensi.

L’APPALTO. «Si tratta del primo lotto di un appalto complessivo da 1,8 milioni - spiega V ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENTASSO. Oltre alla bretella che finalmente renderà superabile la frana di Vaglie, la Provincia è sul punto di avviare una serie di altri importanti interventi sulle strade dell’alto Appennino per un importo di 800mila euro, per mettere in sicurezza i tratti delle strade del reparto sud maggiormente compromessi da una stagione invernale che è stata caratterizzata da eventi meteo particolarmente intensi.

L’APPALTO. «Si tratta del primo lotto di un appalto complessivo da 1,8 milioni - spiega Valerio Bussei, dirigente del servizio Infrastrutture della Provincia - destinati alla messa in sicurezza delle strade provinciali di collina e montagna, che è già stato assegnato in modo da poter concludere i lavori entro luglio in particolare sul Crinale, dove è indispensabile approfittare della bella stagione».

Ben dieci le strade che saranno interessate da questi primi lavori finalizzati a risistemare i tratti più danneggiati: Sp 57 Vetto-Ramiseto, Sp 15 Sparavalle-Ramiseto-Miscoso, Sp 18 Busana-Ligonchio-passo di Pradarena, Sp 9 delle Forbici, Sp 59 Villa Minozzo-Primaore-Ligonchio, Sp 108 Castelnovo Monti-Bondolo-Carrù, Sp 9 Cerredolo-Toano-Villa Minozzo, Sp 90 Polcione-Monta-Ponte Cavola, Sp 23 Rivalta-Quattro Castella-Vezzanello e Sp 467R di Scandiano.

UN ALTRO BANDO. Nei prossimi giorni verrà invece effettuato il bando di gara per il secondo lotto di lavori, per un milione di euro, che si conta di affidare tra la fine di agosto e i primi settembre e che interesseranno le strade della media collina.

«Tra le strade provinciali oggetto di questo primo intervento - prosegue Bussei - rientrano anche quelle che, nel territorio di Ventasso, stanno provocando disagi a cittadini e imprese. In particolare sulla Sp 15 Sparavalle-Ramiseto-Miscoso i lavori inizieranno, compatibilmente con le condizioni meteo, giovedì 5 luglio e prevedono nei tratti più danneggiati interventi di ripristino delle pavimentazioni anche attraverso scarifiche e ricostruzione della sede stradale. Sulla Sp 57 i cantieri si avvieranno qualche giorno più tardi, dovendo organizzarsi in coordinamento con le opere di posa delle fibre ottiche, che Lepida dovrebbe effettuare a breve».

Questo appalto da 1,8 milioni, in due lotti, per sistemare le strade di montagna sarà finanziato per un milione grazie a parte del significativo avanzo di gestione ottenuto dalla Provincia col bilancio consuntivo 2017 e con 800.000 euro provenienti dalla prima annualità di finanziamenti del piano straordinario 2018-2023 dell’ex ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio che, nei sei anni, prevede uno stanziamento complessivo di 1,6 miliardi (quasi 21 milioni per la Provincia di Reggio). —

L.T. . BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.