Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Maestra spedisce la droga per posta

Campagnola, nel pacco metadone e una dose di cocaina ma l’insegnante sbaglia destinatario. Denunciata una 45enne

CAMPAGNOLA . Una maestra elementare di 45 anni spedisce per posta un pacco contenente della droga. Per distrazione però sbaglia indirizzo e chi riceve erroneamente il “plico che scotta” sporge denuncia, portando alla luce il nuovo metodo di spaccio.

Evidentemente ora la droga può anche viaggiare via posta. All’interno del pacco c’era del metadone e un grammo abbondante di cocaina, unitamente ad altri flaconi e ad alcune caramelle che sono stati inviati ai laboratori per le analisi del caso. T ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPAGNOLA . Una maestra elementare di 45 anni spedisce per posta un pacco contenente della droga. Per distrazione però sbaglia indirizzo e chi riceve erroneamente il “plico che scotta” sporge denuncia, portando alla luce il nuovo metodo di spaccio.

Evidentemente ora la droga può anche viaggiare via posta. All’interno del pacco c’era del metadone e un grammo abbondante di cocaina, unitamente ad altri flaconi e ad alcune caramelle che sono stati inviati ai laboratori per le analisi del caso. Tutto quanto è stato spedito dall’ufficio postale di Campagnola a un paese della provincia comasca, indirizzato a un uomo residente a Menaggio, in provincia, appunto, di Como.

Secondo i carabinieri di Campagnola che hanno svolto le indagini, l’idea di spedire droga per posta è risultata assolutamente nuova, peccato però che l'indirizzo del destinatario fosse stato sbagliato. Così il pacco con il metadone e la cocaina unitamente alle restanti sostanze sono finite nelle mani di una persona estranea al business che, visto il contenuto, ha subito avvertito i carabinieri.

I militari di Menaggio hanno quindi sequestrato lo stupefacente allertando i carabinieri della stazione di Campagnola Emilia dal momento che il pacco era stato spedito proprio dal quel paese.

E così sono partite le indagini. I carabinieri non hanno impiegato molto tempo a risaliti a chi aveva materialmente fatto la spedizione della droga.

Da qui, l’altra sorpresa. Si tratta di una insegnate della scuola primaria, residente nel Reggiano. Alla luce di quanto emerso i carabinieri sono andati a far “visita” alla maestra dando corso a una perquisizione domiciliare e hanno trovato ciò che cercavano. È stato sequestrata la prova della spedizione del pacco contenete la droga: la copia del modulo d’ordine di spedizione del pacco sottoscritto di pugno dalla donna.

Non solo, però: nella sua abitazione sono stati trovati e sequestrati altri quattro grammi di hascisc.

Alla luce degli elementi acquisiti, la maestra è stata denunciata alla Procura reggiana con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Proseguono le indagini per capire perché la donna spedisse pacchi con la droga a una persona residente nella provincia di Como e per capire che giro ci sta dietro.