Il cordoglio del Comune per Poli

Il sindaco: «Gli siamo riconoscenti per l’Operazione Tombola»

ALBINEA. Il sindaco Nico Giberti esprime cordoglio a nome di tutta l’amministrazione comunale per la morte di Faure Poli, il partigiano Falco. «Verso di lui abbiamo un grande debito di riconoscenza per essere stato tra coloro che, sfidando la morte, assaltarono nella notte tra il 26 e il 27 marzo 1945, il comando tedesco di Villa Rossi e Villa Calvi a Botteghe. Proprio sabato 24 marzo abbiamo celebrato, come facciamo tutti gli anni, l’Operazione Tombola e abbiamo ricordato l’insegnamento che quegli eroi ci hanno lasciato. Anche grazie al coraggio di Poli siamo riusciti a riconquistare la libertà di cui godiamo oggi. Porgo le mie più sentire condoglianze – conclude Giberti – alla moglie Marina e ai figli Ivan e Ramona».

Poli è morto proprio nella notte del 73° anniversario di Operazione Tombola. Originario di Scandiano, ha abitato per una vita a Villa Seta di Cadelbosco, e solo nell’ultimo anno a Calerno, dove ieri si sono svolti i funerali.