Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ciclopedonale da 280mila euro attorno alla Pietra di Bismantova

CASTELNOVO MONTI. La Pietra di Bismantova, uno dei simboli della montagna reggiana, sarà al centro di alcuni dei principali interventi curati dal Consorzio di bonifica. Il primo è la realizzazione...

CASTELNOVO MONTI. La Pietra di Bismantova, uno dei simboli della montagna reggiana, sarà al centro di alcuni dei principali interventi curati dal Consorzio di bonifica. Il primo è la realizzazione dell’annunciata pista ciclopedonale ad anello attorno al perimetro della Pietra, per un costo di 280mila euro. A questa somma vanno aggiunti 183.496 euro per la manutenzione e la valorizzazione della vastissima zona boschiva attorno alla Pietra, un’area in cui si trovano boschi e pure campi a tutt’ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASTELNOVO MONTI. La Pietra di Bismantova, uno dei simboli della montagna reggiana, sarà al centro di alcuni dei principali interventi curati dal Consorzio di bonifica. Il primo è la realizzazione dell’annunciata pista ciclopedonale ad anello attorno al perimetro della Pietra, per un costo di 280mila euro. A questa somma vanno aggiunti 183.496 euro per la manutenzione e la valorizzazione della vastissima zona boschiva attorno alla Pietra, un’area in cui si trovano boschi e pure campi a tutt’oggi coltivati. Sempre nel Castelnovese arriveranno 105mila euro per la manutenzione di una lunga serie di frane e di smottamenti lungo le strade dirette ad alcune delle borgate più periferiche come Montecastagneto, Bellessere, Villaberza e la Terrasanta. A Carpineti ci si concentrerà in particolare nella vallata del Secchia. 47mila euro serviranno per sistemare il ponte di Velucciana e le asfaltature della Carezza e di Falbio, sopra a Bebbio. Un altro intervento da 45mila euro, co-finanziato dal Comune con 30mila euro, prevede la messa in sicurezza delle strade che portano a Mulino Baroni, vicino a Velucciana, e a Montesaltaro, fra Bebbio e Casa Lanzi. Molti cantieri sono in programma nell’enorme territorio di crinale di Ventasso, con 138mila euro da usare per le strade pubbliche e la regimazione delle acque di Busana, Ramiseto e Collagna. Inoltre, la strada del passo della Scalucchia, che collega a quasi 1.300 metri di altezza Pratizzano al monte Ventasso e a Vallisnera, sarà ristrutturata grazie a 93mila euro di fondi comunitari. Sempre dalla cassaforte europea si attingerà a Toano per migliorare le condizioni della strada vicinale dell’Argentiana, fra Cavola e Corneto (il costo è di 165mila euro) e della via de I Prati, con 69.300 euro. Si rimane a Toano con altri 49mila euro necessarie per arginare le frane di Manno e Case Bonci, sui due versanti del crinale su cui si trova il paese capoluogo, e per migliorare la situazione dei rii e dei fossi di Vogno, di Cerrè Marabino e della Svolta di Cerredolo. Casina e Villa Minozzo riceveranno circa 70mila euro a testa per lavorare sul fondo di parecchie piccole strade comunali dei rispettivi, ampi territori, pieni di borgate e di zone rurali.

Per il futuro, il Consorzio intende chiedere contributi alla Regione per intervenire sui due principali invasi di Secchia ed Enza, a Castellarano e Cerezzola, dopo la grande piena di dicembre. (adr.ar.)