E' morto Oreste Mussini, il papà delle caramelle Pomo

Reggio Emilia, stroncato da una malattia a 79 anni. Domani alle 13.45 il funerale a partire dalla camera ardente del Santa Maria Nuova

REGGIO EMILIA. E' morto sabato sera Oreste Mussini, imprenditore dell'industria dolciaria molto noto perché fondatore della Nepal, fabbrica di uova di cioccolato e caramelle: la più nota, e diventata un simbolo di reggianità, è la caramella Pomo. Una tradizione a Reggio Emilia l'appuntamento a Pasqua con l'uovo di cioccolato gigante di Mussini in piazza Prampolini. 

Ormai dal 2010 l'imprenditore aveva dovuto cedere l'azienda, la cui sede è a Villa Cella. La crisi aveva colpito duramente anche la sua attività. Negli ultimi anni frequentava spesso il circolo tennis di Reggio Emilia di cui era un socio storico. Dagli impianti di via Victor Hugo a Canali il cordoglio di dirigenti e amici che negli anni avevano potuto apprezzare la grande generosità e gentilezza del 79enne.

Domenica 4 marzo e lunedì 5 sarà possibile fare visita alla camera ardente allestita all'obitorio del Santa Maria Nuova. Il funerale sempre lunedì 5 alle 13,45 con una cerimonia religiosa nella cappella dell'obitorio e poi la tumulazione al cimitero di Rivalta. Mussini lascia la moglie Luisa e le figlie Alessandra e Stefania, oltre all'amato nipote Andrea. La famiglia chiede offerte alla Croce Verde.