Una diga in Tanzania costruita dai volontari carriola dopo carriola

Straordinaria impresa di tre volontari di San Polo e Canossa: «L’obiettivo: migliorare la qualità della vita di questa gente»