Spaccio, il ristoratore patteggia 2 anni

Il pentimento di Bonazzi davanti al giudice Iusto: «Ho fatto una cosa grave». Ora ha l’obbligo di firma dai carabinieri