«Nel 2018 caleranno le rette degli asili»

Reggio Emilia: l’annuncio dell’assessore Curioni. Tra le novità: nuova scuola dell’infanzia a Santa Croce, e a Pratofontana la sperimentazione bilingue

REGGIO EMILIA. Calano nel 2018 le rette negli asili e scuole di infanzia comunali grazie all’arrivo di un finanziamento nazionale derivante dalla legge sulla “Buona scuola”, pari a un milione di euro.

Sarà realizzato un nuovo plesso scolastico per l’infanzia nel quartiere di Santa Croce e nascerà un nido-scuola bilingue sperimentale a Pratofontana, sulla base di una collaborazione tra Reggio Children e la Cooperativa Ambra. A gennaio, inoltre, partirà la convenzione per la gestione della scuola d’infanzia Ente Veneri a Fogliano.

Resta infine confermato – salvo aggiustamenti in corso d’anno – il finanziamento di 20 milioni di euro a carico del Comune per il funzionamento del sistema scolastico 0-6 anni, a cui si aggiunge un pacchetto di investimenti di 1,2 milioni sempre da parte del Comune. Gli investimenti previsti (in aumento rispetto ai 400mila del 2017) saranno destinati a interventi antisismici, arredi, cortili per 740mila euro, a un intervento al nido Arcobaleno di 190mila e un intervento alla Scuola Fism Santa Teresa per altri 250mila euro.


Queste le voci più significative del bilancio di previsione 2018 dell’Istituzione Nidi e scuole d’infanzia, approvato in sala Tricolore nel corso della maratona in atto per l’approvazione del Bilancio di previsione comunale entro Natale.

Ad illustrare il bilancio, l’assessore Raffaella Curioni, che pone l’accento sul finanziamento di un milione di euro al Comune capoluogo, mentre saranno due i milioni che complessivamente arriveranno nella nostra provincia. L’assessore poi preannuncia che già nelle prossime settimane la Commissione Criteri e Rette inizierà un lavoro per definire le nuove rette, confermando «l’impegno dell’amministrazione con il trasferimento dal Comune all’Istituzione di 20.044.344 euro (circa 100mila euro in più rispetto al 2017)».

L’assessore ricorda «l’aumento della scolarizzazione dei nidi, che nell’anno scolastico 2016-17 ha raggiunto il 44% (con 1.631 bambini frequentanti su 3.711 residenti) ed una tenuta della scolarizzazione che si attesta al 90,25% con 4.503 bambini frequentanti su 4.961 residenti».

Rispetto invece agli interventi per ottimizzare la rete dei servizi educativi e a raggiungere il 100% della scolarizzazione, la previsione è di portare il Nido Peter Pan a tre sezioni, a dieci posti in più al Nido Arcobaleno (per i nati da giugno a settembre 2017), al congelamento temporaneo dei posti e alla necessità di continuare una riflessione su strutture part-time e sulle scuole del forese, che presentano alcune criticità.

Inoltre sarà aperta una scuola infanzia nel quartiere Santa Croce (che presenta una scolarizzazione del 50%) ed è in fase di elaborazione il progetto, presso il Nido/Scuola Prampolini a Pratofontana, di dar vita un nido-scuola bilingue sperimentale. Nel 2018 continueranno le azioni per favorire una continuità di frequenza, per far conoscere i servizi educativi alle famiglie non frequentanti e per il percorso di integrazione dei bambini con diritti speciali. Così come sarà rafforzato l’uso delle tecnologie digitali nelle iscrizioni, nella comunicazione con le famiglie.

Sempre nel 2018 saranno avviati i lavori del gruppo delle scuole dell’infanzia statali e dei 12 istituti comprensivi della città per lo sviluppo di progetti didattici congiunti di approfondimento e verranno assunte nuove figure di insegnanti ed educatori, così come andrà avanti il percorso di convenzioni con altre esperienze educative della città.

Per quanto riguarda le cifre del bilancio le entrate correnti saranno 28.157.865 di euro di cui: entrate dal Comune pari a 20.044.344, le rette per 5.532.000 (20% costi), i trasferimenti e contributi da altri enti per 1.744.233 e altre entrate (da Fondazione Manodori, Reggio Children srl, Fondazione Reggio Children) per 1.013.579 euro. Le spese correnti previste invece saranno di15.781.344 per personale e di 9.883.890 per beni e servizi.