Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Gli ospedali reggiani premiati dal ministero con i “bollini rosa”

Il massimo riconoscimento e una menzione speciale per la Cardiologia del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA. Sono quattro gli ospedali reggiani che hanno ricevuto per il biennio 2018-2019 i bollini rosa. È il riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna assegna alle strutture sanitarie che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati a prevenzione, diagnosi, cura delle principali patologie delle donne. Tre bollini, che rappresentano il massimo riconoscimento, e una menzione speciale, sono stati assegnati al Reparto di Cardiologia dell’Arcispedale Santa Ma ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA. Sono quattro gli ospedali reggiani che hanno ricevuto per il biennio 2018-2019 i bollini rosa. È il riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna assegna alle strutture sanitarie che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati a prevenzione, diagnosi, cura delle principali patologie delle donne. Tre bollini, che rappresentano il massimo riconoscimento, e una menzione speciale, sono stati assegnati al Reparto di Cardiologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova diretto dal dottor Alessandro Navazio, mentre due bollini rosa sono stati assegnati agli ospedali di Montecchio, Guastalla e Scandiano.

In particolare il Reparto di Cardiologia ha ricevuto la menzione speciale per “la presenza al proprio interno di percorsi diagnostico-terapeutici dedicati alle donne in ambito cardiologico”. La consegna dei riconoscimenti è avvenuta al ministero della Salute e i premi per le strutture sanitarie reggiane sono stati ritirati dalle dottoresse Patrizia Camerlengo dell’ospedale Franchini di Montecchio e Cristina Incerti Medici dell’ospedale Magati di Scandiano. I bollini rosa quest’anno sono stati assegnati a 306 ospedali italiani. A 71 di questi sono stati assegnati tre bollini (il massimo riconoscimento), 183 hanno ottenuto due bollini e 52 strutture un bollino, mentre 13 sono stati gli ospedali, tra cui il Santa Maria Nuova che hanno ricevuto una speciale menzione. Tra i criteri utilizzati dalla commissione giudicatrice, presieduta dal presidente dell’Istituto superiore della sanità Walter Ricciardi, la presenza di aree specialistico di maggior rilievo clinico ed epidemiologico per la popolazione femminile, l’appropriatezza dei percorsi diagnostici-terapeutici e offerta di servizi mirati all’accoglienza e alla presa in carico, come ad esempio telemedicina, mediazione culturale, assistente sociale. In occasione del bando sono state introdotte due nuove specialità: geriatria e pediatria, ed è stata valutata la presenza di percorsi e di un collegamento tra ospedale e territorio e dato rilievo alla presenza del servizio di Pet Therapy per i pazienti.