Tra le 94 start up reggiane solo due sono cooperative

l dati emergono dal Registro imprese delle Camere di Commercio

REGGIO EMILIA. Innovatori sì, ma non in modo cooperativo. Il dato emerge dal Registro imprese delle Camere di Commercio ed è aggiornato a 31 luglio di quest’anno. Tra le 94 start up e imprese innovative presenti a Reggio e provincia, soltanto due (entrambe del capoluogo) hanno scelto di associarsi nella forma di una società cooperativa per realizzare un progetto grazie alla propria creatività.

Una qualità che ai reggiani non manca, ma che spesso da sola non basta per essere autosufficienti, come mostrato recentemente da una ricerca commissionata dal Comune. Nello studio si evidenzia come il 65% dei creativi reggiani deve mantenersi con un altro lavoro. C’è poi chi riesce a creare un’attività a propria misura, come per le start up e delle piccole e le medie imprese innovative descritte dal Registro.

A livello percentuale, le due cooperative innovative rappresentano il 2,14% del totale. Il restante 97,86% ( 92) ha scelto di costituirsi nella forma di una società a responsabilità limitata. Due è anche il numero delle piccole e medie imprese innovative reggiane nell’elenco, che esamina le cifre raccolte da InfoCamere. Le rimanenti 92 sono start up innovative.

Su cosa hanno scelto di puntare? Principalmente su manifattura (35 società) e servizi informatici (26 società). A livello percentuale, si tratta rispettivamente del 37% e 28%. Sommando i due valori, si ottiene il 65%, ovvero quasi i due terzi del totale. La medaglia di bronzo se l’aggiudica il settore della ricerca scientifica, le cui società innovative sono 9 (9,6%). Ai piedi del podio il commercio con 6 nuove realtà (6,4%).

Reggio svolge il ruolo di capofila provinciale con 57 società innovative registrate su 94 (61% del totale). Le rimanenti 37 (39%) sono distribuite in 23 territori comunali. Rubiera ottiene l’argento a quota cinque (5,3%), seguita da Bibbiano e Castellarano (4 per entrambe). A Cavriago le realtà innovative sono tre, una in più di Albinea e Castelnovo Monti. Una realtà innovativa per Comune si registra a Brescello, Campagnola, Carpineti, Casalgrande, Castelnovo Sotto, Correggio, Fabbrico, Gualtieri, Luzzara, Novellara, Quattro Castella, Rolo, San Martino in Rio, San Polo D’Enza, Sant’Ilario, Scandiano e Villa Minozzo. (g.f.)