Rabbia digitale, Reggio Emilia al top in regione

Uno studio pubblicato su Wired mette a confronto le province italiane. La nostra ribolle soprattutto contro politica e donne

REGGIO EMILIA. Reggio Emilia? La provincia in cui c’è più rabbia su internet in regione (e la nona in tutta Italia). La ricerca è stata condotta da “Voices from the blogs” e pubblicata su Wired a febbraio, ma i dati tornano più che mai attuali dopo i commenti fuori luogo apparsi sulla nostra pagina Facebook riguardo la morte di un 12enne.

Lo studio è stato svolto in due fasi e ha preso in esame oltre 80 milioni di tweet, cinguettii apparsi su Twitter nella seconda metà dello scorso anno. Nella prima parte sono stati setacciati manualmente i post pubblicati, ricercando i contenuti; nella seconda è entrato in scena un algoritmo che prende in considerazione le parole.

I messaggi sono stati georeferenziati, ovvero distinti per provincia di appartenenza. In generale, si scopre che un testo da 140 caratteri su dieci presenta tratti di rabbia. Nello specifico, la nostra provincia si situa al nono posto nazionale (ed è la maglia nera regionale) sia per quanto riguarda l’indice di rabbia complessivo sia per quello politico.

La provincia in cui si riscontra più in rabbia in assoluto è Roma, seguita da Milano e Napoli. A livello regionale, Reggio è seguita da Bologna (14esima) e Piacenza (17esima) nella graduatoria a carattere generale. Per quanto riguarda la politica, invece, Reggio Emilia precede ancora Bologna (decima) e Piacenza (25esima).

Reggio sale sul triste podio dell’Emilia Romagna anche per quanto riguarda la misoginia, ovvero il sentimento di odio verso le donne. Al primo posto in regione (e al 4° nazionale) compare Piacenza, seguita da Bologna sul secondo gradino regionale (e al decimo nazionale). In seguito, Reggio è 16esima in Italia e terza in regione, appunto.

La nostra provincia appare la quarta più omofoba in regione (e la 46esima in tutto il Paese). Prima di Reggio, si trova Bologna (19esima su scala nazionale), Parma (35esima) e Piacenza (42esima). Più tolleranza, invece, appare nella nostra provincia per quanto riguarda il fronte degli stranieri.

Alla voce xenofobia, infatti, Reggio Emilia si classifica in 65esima posizione per rabbia verso chi viene dall’estero, meglio di Rimini (63esima), Ferrara (50esima), Bologna (14esima) e Piacenza (13esima). Sono più tolleranti sul versante, invece, Forlì (69esima), Modena (71esima), Parma (84esima) e Ravenna (91esima).

Nel complesso, oltre quattro post su dieci di rabbia (40,4%) riguardano la classe politica. Seguono la misoginia (27,7%), la xenofobia (23,3%) e l’omofobia (8,6%).