Ruba l’arma al vigilantes, arrestata 

Lui non voleva fidanzarsi. La pistola trovata a casa di lei, sul tetto

BAGNOLO. Lui si mostrava indeciso sulla possibilità di una relazione fissa, e allora lei, per vendicarsi, gli ha rubato la pistola d’ordinanza.
Questo, almeno, è quanto emerge finora dalle indagini sul furto compiuto ai danni di una guardia giurata 50enne di Bagnolo.
L’indagine è partita nella tarda serata di venerdì, quando l’uomo si è accorto che dall’armadio mancava l’arma, e ha poi chiamato i carabinieri per denunciare il furto. Un furto piuttosto strano, visto che dal sopralluogo non sono emersi segni di effrazione: la casa si presentava infatti in perfetto ordine, e lo stesso armadio era regolarmente chiuso.
Così, dopo aver saputo dall'uomo che l’ultima ad entrare a casa era stata una sua amica, i carabinieri hanno deciso di eseguire una perquisizione a casa della donna, una 50enne abitante a Bagnolo.
Lì, nascosta sulle tegole del tetto della mansarda, facilmente raggiungibile dalla finestra del bagno, i militari hanno infatti trovato la pistola, una Beretta calibro 40 Smith & Wesson, e per questo hanno poi portato la donna in caserma, arrestandola per «furto aggravato in abitazione e detenzione abusiva di armi».
La cinquantenne si trova ora nel carcere di Modena a disposizione della pubblico ministero Maria Rita Pantani, che coordina le indagini. La donna potrà fornire la sua versione quando sarà interrogata.
©RIPRODUZIONE RISERVATA .