«Reggio, una città senza identità» 

Il sociologo Codeluppi: «L’ateneo potrebbe essere una preziosa risorsa ma manca la consapevolezza»