Il sindaco di Novellara li difende 

«Mai stati problemi di ordine pubblico: hanno dato molto alla comunità»

NOVELLARA. Sulla vicenda non poteva non intervenire il Comune dal Novellara, che da anni riconosce quella dei sikh come la comunità più disponibile al dialogo e maggiormente aperta alla collaborazione e all'integrazione. La sindaca Elena Carletti scrive fra l’altro che «è necessario distinguere i valori dell’inclusione e della convivenza pacifica fra culture e religioni dalle questioni della sicurezza e dell’ordine pubblico. Per quanto riguarda Novellara, parlano la storia e la quotidianità delle relazioni, che sono sempre state all’insegno della collaborazione. Non ci sono mai stati problemi di ordine pubblico. La presenza dei sikh e delle altre comunità di immigrati è per Novellara un valore aggiunto, e non si tratta di buonismo: queste persone hanno permesso una crescita e un'apertura che non sarebbero state possibili senza il loro apporto. Mi fa quasi specie doverli difendere, se penso che in un Paese come l'Italia sono talvolta tollerate manifestazioni di stampo neofascista».