Aemilia, il pentito Pino Giglio sarà sentito oggi in Appello

REGGIO EMILIA. Non si è sentito bene, ieri, il pentito del processo Aemilia Pino Giglio. Una semplice indisposizione durante il video collegamento, che non dovrebbe far mancare però l’appuntamento...

REGGIO EMILIA. Non si è sentito bene, ieri, il pentito del processo Aemilia Pino Giglio. Una semplice indisposizione durante il video collegamento, che non dovrebbe far mancare però l’appuntamento fissato oggi sempre in Appello a Bologna nel processo contro la ’ndrangheta in Emilia, dove ci sono 60 imputati giunti dall’abbreviato.
Ieri, durante la prima udienza della settimana nel folto calendario fissato fino alla prossima estate, si è visto Giglio affiancato in video collegamento dal suo avvocato Luigi Li Gotti. Oggi il pentito sarà protagonista dell’udienza. Verrà sentito, come richiesto dal suo difensore in qualità di collaboratore di giustizia, con istanza per l’acquisizione anche dei verbali di Giglio già acquisiti nel processo ordinario di primo grado che si sta svolgendo a Reggio. La testimonianza di Giglio riguarda solo tre posizioni. I giudici della terza sezione penale hanno infatti accolto la scorsa settimana la richiesta dei pm di ascoltare il collaboratore di giustizia (condannato con rito abbreviato a 12 anni) solo in riferimento a Selvino Floro Vito, Alessandro Palermo e Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl del Comune di Parma prosciolto per prescrizione dall’accusa di corruzione elettorale. L’audizione di Giglio è programmata in videoconferenza insieme a quella del maresciallo dei carabinieri di Modena che ha fatto verifiche sull’attendibilità delle sue dichiarazioni già messe a verbale. (e.l.t.)