Albinea, solidarietà ai terremotati 

Devoluti fondi alla ricostruzione del Comune marchigiano di Montegallo

ALBINEA. Prima la deposizione delle corone ai monumenti di Borzano, Botteghe e Albinea. Poi il corteo preceduto dalla banda in piazza Cavicchioni. Ad attenderlo, famiglie e cittadini che hanno scelto di festeggiare la Liberazione nel cuore del comune. Sul palco di fronte al municipio, hanno preso parola don Luigi Lodesani, il presidente della sezione albinetana Anpi, Simone Varini, e il sindaco Nico Giberti. Il sindaco ha evidenziato l’importanza di celebrare il 72° anniversario della festa e ha sottolineato il suo sempre attuale insegnamento, ricordando i partigiani caduti e quelli ancora in vita, due dei quali Livio Piccinini “Delinger” e Giovanna Quadreri “Liberta”, hanno ricevuto il mese scorso la cittadinanza albinetana. Assente, per motivi di salute, il sindaco di Montegallo (AP) Sergio Fabiani. Presente invece la Pro Loco, che ha venduto gnocco fritto e devoluto il ricavato alla ricostruzione del Comune terremotato. Alle 12.30, si è svolto il pranzo della Liberazione in piazzale Lavezza, organizzato da Anpi. Nel pomeriggio piazza Cavicchioni si è animata grazie allo spettacolo Radio Resistente. Apprezzato dai cittadini l’accampamento militare allestito dalla “Brigata Ribelli”: in mostra foto della Resistenza e armi usate in guerra, imbracciate da figuranti.