Escursione a piedi a Borzano alla “Tana della Mussina”

ALBINEA. Un’escursione nelle grotte albinetane, con i loro tanti reperti del neolitico. Porterà sino alla Tana della Mussina l’iniziativa dell’associazione culturale scandianese Puntavanti, in...

ALBINEA. Un’escursione nelle grotte albinetane, con i loro tanti reperti del neolitico. Porterà sino alla Tana della Mussina l’iniziativa dell’associazione culturale scandianese Puntavanti, in programma oggi.
Il ritrovo è alle 14 alla Rocca dei Boiardo a Scandiano o direttamente alle 14.20 nel parcheggio della piazza di Borzano, per una prima visita al museo del Gessi Messiniani Reggiani. Alle 15.15 inizia la marcia in direzione Tana della Mussina dove, accompagnati da Giorgio Grasselli, sarà possibile entrare in grotta muniti di scarponi e torcia frontale.
I reperti del sito archeologico sono stati attribuiti dal Chierici alla fase finale del Neolitico, in cui fecero la loro comparsa i metalli.
Il percorso prosegue verso il castello di Borzano e la chiesa di San Giovanni. La storia del Castello, costruito in età medievale, è strettamente collegata alle vicende della famiglia Manfredi, di origine longobarda, vassalli dei Canossa.
In base al programma alle 17 si prenderà il sentiero che scende verso il bosco delle Peonie per ritornare al punto di partenza. Alle 18, saliti di nuovo in macchina, si proseguirà verso il bed & breakfast Bosco del Fracasso, per una visita all’azienda agricola biologica.
Per partecipare è necessario essere iscritti all'associazione Puntavanti. Ci si può tesserare prima della partenza al costo di 15 euro e l’iscrizione sarà poi valida per tutte le iniziative associative del 2017. È necessario presentarsi attrezzati con scarponcini da trekking, abbigliamento adeguato alla stagione, torcia frontale, bastoncini da escursione, acqua.
La prenotazione è obbligatoria e si può fare con un sms al 366 3100855. (adr.ar.)