Gruppo di studenti francesi in visita all’acetaia comunale

SAN POLO. Dopo gli alunni dell’istituto Motti, anche una scolaresca francese ha fatto visita all’acetaia comunale che si trova a San Polo nella Torre dell’Orologio. Gli studenti sono del liceo Pierre...

SAN POLO. Dopo gli alunni dell’istituto Motti, anche una scolaresca francese ha fatto visita all’acetaia comunale che si trova a San Polo nella Torre dell’Orologio. Gli studenti sono del liceo Pierre Theas di Montauban, vicino a Tolosa, e partecipano al progetto “Patto d’amicizia” promosso dall’istituto Motti. Per una settimana gli studenti francesi che seguono il settore alberghiero sono stati ospiti di famiglie di alunni del Motti, e durante il loro soggiorno reggiano, oltre alla città, hanno visitato alcune aziende del territorio, oltre a Bologna. «La nostra dirigente scolastica Maria Sala considera molto importanti gli scambi internazionali per gli alunni della scuola – spiega la prof Silvia Piccinini, che cura il progetto –. In aprile una classe del Motti sarà ospite di famiglie francesi». La visita all’acetaia comunale di San Polo è stata organizzata dalla scuola in collaborazione con l’Associazione Assaggiatori che, a sua volta, diffonde la conoscenza dell’aceto balsamico tradizionale con il progetto “Aceto balsamico nelle scuole”. I 24 alunni francesi, accompagnati dagli insegnanti Elisabeth Rose Lafaurie e Paul Angelbault, sono stati accolti dai consiglieri comunali sampolesi Luca Boni e Alberto Grasselli, produttori di aceto balsamico tradizionale a conduzione familiare, da Marino Ghidoni, sampolese, alfiere di zona, da Gigi Barani, Sergio Notari e Renzo Rinladini, rispettivamente presidente, segretario e membro dell’Associazione assaggiatori.

Dopo aver terminato la visita l’acetaia, gli alunni d’oltr’alpe hanno fatto da assaggiatori, prima testando i vari tipi di aceto serie aragosta, argento e oro, per poi degustarne gli abbinamenti migliori con Parmigiano Reggiano, fragole e uova sode.