Si è spento a 93 anni padre Pistelli a lungo missionario in Mozambico

CASINA. Si è spento a Bolognano d’Arco, in provincia di Trento, dove era ospitato in una struttura, padre Enzo Pistelli, 93 anni, missionario originario di Leguigno, dove tornava regolarmente e dove...

CASINA. Si è spento a Bolognano d’Arco, in provincia di Trento, dove era ospitato in una struttura, padre Enzo Pistelli, 93 anni, missionario originario di Leguigno, dove tornava regolarmente e dove festeggiò, nel 2010, i 60 anni di sacerdozio. I funerali si svolgeranno domani nella chiesa parrocchiale di Leguigno, alle ore 15.

Padre Pistelli era stato missionario per più di 60 anni: in Brasile, ma soprattutto in Mozambico dove, finché le forze glielo hanno permesso, ha lavorato a sostegno della popolazione locale. Nel 2010, in occasione della grande festa organizzata per lui a Leguigno, aveva spiegato l’assoluta prevalenza degli investitori cinesi e indiani in Mozambico, vista sul posto, «sfruttando le ricchezze naturali di una terra che offrirebbe molte possibilità di sviluppo – aveva spiegato –. I mozambicani sono un popolo pacifico e accogliente. Ma c’è bisogno che si rendano conto di queste potenzialità, e le gestiscano direttamente. Per questo la missione cattolica ha un’importanza così grande: perché porta cultura e consapevolezza». Anche a Leguigno padre Pistelli ha lasciato un ricordo indelebile di educatore, esempio di vita e amico per i tanti che lo hanno conosciuto. Lascia un vuoto grande tra i suoi collegi del Sacro Cuore, una cognata e alcuni nipoti ancora residenti a Leguigno. Così scriveva di lui in una nota il Consiglio pastorale di Leguigno in occasione del sessantesimo di sacerdozio: «60 anni fa, in tempi sicuramente molto difficili, di povertà e bisogno di riscatto, ma anche di grande vitalità, in molti per costruirsi un futuro emigrarono in altri Paesi. Non ci meraviglia che tra essi alcuni partirono non per cercare un lavoro, ma per portare a genti lontane la “Buona Novella”. Tra questi anche un giovane Padre Enzo Pistelli, che dal Mozambico ha sempre mantenuto uno stretto legame con la sua comunità di origine. Questo senso missionario, questo coraggio di lasciare tutto per seguire Cristo fino in fondo, ci chiede un momento di riflessione per riscoprire e vivere meglio questi valori. Grazie Padre Enzo». (l.t.)