Pistola clandestina in casa, arrestato

Scandiano: i carabinieri hanno trovato l’arma nascosta sul balcone. Aveva la matricola abrasa

SCANDIANO. Detenzione illegale di arma clandestina.

È questa l’accusa con cui nella giornata di giovedì un artigiano 55enne è stato arrestato dai carabinieri della sezione di Scandiano, in seguito ad un’attenta perquisizione, predisposta dalle forze dell’ordine, avvenuta all’interno dell’abitazione dell’artigiano stesso.

Le indagini hanno portato i militari alla perquisizione nella casa dell’artigiano, durante la quale hanno trovato sul balcone dell’abitazione stessa una cesta con all’interno una tovaglia: hanno controllato e scoperto che avvolta all’interno c’era una pistola semiautomatica con matricola abrasa e, proprio per questo motivo, clandestina.

Oltre all’arma da fuoco – modello Beretta calibro 9x21 – è stato rinvenuto dai militari anche un caricatore con 10 cartucce al proprio interno e, proprio per questo motivo, l’uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco clandestina, mentre la pistola ritrovata dai carabinieri è stata posta sotto sequestro.

L’artigiano, dopo le formalità di rito, è stato tratto in arresto. È rimasto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta ieri mattina, nel palazzo di giustizia di Reggio Emilia.

L’arresto è stato convalidato e l’uomo in attesa del processo, rimane agli arresti domiciliari. Sull’arma da fuoco sequestrata al 55enne ora verranno invece predisposti i dovuti accertamenti, necessari per verificare che essa non sia stata utilizzata prima dell’avvenuto ritrovamento da parte delle forze dell’ordine, mentre si cercherà di capire quale sia la provenienza. E perché l’uomo la custodiva nella sua abitazione, per quale finalità. Avrebbe risposto che non era sua, ma qualcuno l’aveva messa lì per metterlo nei guai.