Casina, muore di crepacuore il giorno dei funerali della moglie

Emilia Elisetti, malata da tempo, si è spenta sabato scorso ma nella stessa mattina del funerale un malore ha portato via anche Benito Vecchi, affranto per la perdita della moglie.

CASINA. Ha destato grande commozione la morte – avvenuta a poco più di un giorno di distanza una dall’altro – dei coniugi casinesi Emilia Elisetti e Benito Vecchi. Entrambi ultranovantenni (lui era nato nel 1923, mentre lei era del 1926), i due, sposati da tanti anni, vivevano nella frazione casinese di Castignola per la maggior parte dell’anno, trascorrendo invece i mesi invernali a Reggio Emilia, dove vive il figlio della coppia, Giuseppe.

Emilia Elisetti, malata da tempo, si è spenta sabato scorso, e ieri pomeriggio è stato celebrato il rito funebre a Reggio Emilia. Ma nella stessa mattina di ieri, lunedì – probabilmente anche per il dolore causato dalla perdita della moglie – un malore ha portato via pure Benito Vecchi, affranto per la perdita della moglie; una perdita che ha minato il suo spirito e, alla fine, anche il suo corpo.

I due coniugi erano molto conosciuti in tutto il territorio casinese, dove la scomparsa ravvicinata della coppia ha suscitato un forte cordoglio.

Benito Vecchi era in pensione da tempo, mentre in precedenza aveva lavorato a lungo come impiegato amministrativo per l’azienda reggiana dei trasporti pubblici, quando si chiamava Act, e ancor prima, quando il nome dell’azienda era Sarsa.

Emilia Elisetti era casalinga. I coniugi di Castignola hanno condiviso una lunga vita fatta di lavoro, ma anche intimità familiare. Una vita che li ha resi molto uniti e interdipendenti, e – quasi fosse una scelta – lo sono stati fino all’ultimo giorno, come se avessero voluto andarsene insieme, l’uno incapace di sopportare l’assenza dell’altra. I funerali di Benito Vecchi saranno celebrati nella giornata di oggi pomeriggio a Coviolo. (l.t.)