Ritirate 15 patenti in una sola notte per guida in stato di ebbrezza

Controllati in tutta la provincia ben 280 conducenti, fra i multati numerosi giovani e giovanissimi

REGGIO EMILIA. Il comando di polizia stradale di Reggio Emilia, nella nottata fra venerdì e sabato, ha operato un’imponente operazione finalizzata al controllo del tasso alcolemico dei conducenti.

L’attività, coordinata dal comandante della Polizia Stradale Fabio Polichetti, ha visto l’impiego di personale del reparto Prevenzione crimine di Reggio Emilia e dei distaccamenti di Guastalla e Castelnovo Monti.I nove equipaggi sono stati dislocati lungo le maggiori arterie che attraversano la provincia, notoriamente percorsi da giovani provenienti dai locali di intrattenimento.

I controlli sono stati numerosi e hanno permesso di sottoporre a prove specifiche oltre 280 conducenti di auto e motoveicoli. Anche la Croce Rossa ha partecipato all’iniziativa, mettendo a disposizione i propri volontari e un camper, opportunamente attrezzato, per facilitare le operazioni di controllo.

Tre le quindici persone sanzionate dalla Polstrada per guida in stato di ebbrezza, vi sono state ben sei ragazze di giovane età. In particolare una di queste, verso le ore 4.20 circa, a bordo di un'utilitaria proveniente dal centro abitato di Reggio Emilia, nel percorrere la via Enrico Fermi non è fermata all’alt imposto dagli agenti cercando di far perdere le proprie tracce dirigendosi verso Scandiano.

Due pattuglie della polizia hanno quindi iniziato l’inseguimento e dopo quasi tre chilometri sono riusciti a bloccare la vettura.Alla guida una ragazza di soli 19 anni residente a Reggio Emilia che sottoposta alla prova dell’etilometro, ha rivelato un tasso alcolemico quasi cinque volte oltre il limite consentito.

La ragazza, a cui è stata immediatamente ritirata la patente di guida conseguita da pochissimi mesi, oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica è stata sanzionata per diverse altre violazioni. Tra queste la velocità eccessiva ed il mancato arresto all’alt imposto dagli agenti.

Verso le ore 5.20 lungo la via del Partigiano una pattuglia della stradale ha poi notato innanzi a se una Peugeot in fase di rallentamento poiché, come successivamente rivelato dal medesimo conducente e dai danni rinvenuti sul mezzo stesso, nel procedere verso la zona dell’aeroporto di Reggio Emilia aveva urtato con la parte della vettura sinistra il cordolo della rotatoria all’intersezione con via Papa Giovanni XXIII.

Alla guida un giovane di 20 anni residente a Reggio Emilia il quale, sottoposto alla prova dell’etilometro, ha fatto rilevare un tasso alcolemico tre volte oltre il limite consentito. Anche al ragazzo è stata ritirata immediatamente la patente per la sospensione mentre il veicolo, visti danni riportati, è stato fatto recuperare dal soccorso stradale.

I controlli sui conducenti, finalizzati alle verifiche del tasso alcolemico, proseguiranno anche nei prossimi giorni e verranno ulteriormente intensificati soprattutto nei fine settimana.