«Mafia e affari, non bastano gli anticorpi»

Il procuratore a Reggio: «Imprenditori locali coinvolti. E se battezzano i picciotti qui, vuol dire che controllano il territorio»