A Canossa la rievocazione dello storico Perdono

All’edizione numero 26 partecipano oltre 400 personaggi in abiti medievali Corteo alle 16 in centro a Ciano, poi il clou con giochi ed esibizioni spettacolari

CANOSSA. Oltre 400 comparse in costume storico, impegnate in un evento suggestivo che porta alla memoria il passato. Si presenta così la prestigiosa rievocazione, a cura di Claudia Campani, che ricorda il momento storico più importante del Comune di Canossa.

Ieri si è svolta una speciale anticipazione dell’evento con una sfida fra le contrade canossane nell'undicesimo Palio di Matilde, ovvero una corsa ciclistica organizzata dall'associazione Val d'Enza bike. C'è stato, inoltre, uno spazio importante dedicato alla gastronomia tipica di qualità con "A tavola con la storia - Notte sotto le stelle". Altrettanto ricco il programma per la giornata di oggi: fin dal mattino ci saranno stand gastronomici dove sarà possibile apprezzare prodotti tipici della nostra terra, passando per l'artigianato artistico, i laboratori per bambini, giullari, rapaci diurni e notturni, oltre a un angolo dedicato all'accampamento medievale con esposizione di armi e la mostra di pittura a cura del circolo artistico Canossa. Fino ad arrivare al momento culminante della giornata: alle 16 prenderà il via ufficialmente la ventiseiesima rievocazione storica canossiana.

Nei panni della Grancontessa Matilde, Federica Strozzi farà rivivere lo storico incontro tra l'Imperatore Enrico IV e Papa Gregorio VII, secondo la cronaca che ne fece il monaco Donizone nel suo "Vita Mathildis", mentre nobili, popolani e cavalieri, tutti in costume medievale, le renderanno omaggio con cortei, giostre ed esibizioni degli sbandieratori e musici “Maestà della Battaglia” di Quattro Castella.

L’attrice reggiana Federica Strozzi ha maturato esperienza nel campo della tv e del cinema con la partecipazione al Festival del Cinema di Cannes 2016 con il film "Milano in the cage" di Bastianello, e che sarà proiettato in anteprima durante la 73ª edizione del Festival del Cinema di Venezia.

La rievocazione è resa possibile dalla collaborazione dell'amministrazione comunale di Canossa con le contrade canossane, il Coro Canossa, l'Associazione Scrittori Reggiani, le Associazioni e le Pro loco di Canossa, e i tanti che prestano il loro prezioso apporto, determinante per la riuscita della manifestazione e degli eventi collaterali. Le originali acconciature delle comparse impegnate nella rievocazione sono opera dei negozi di Ciano Il bello delle donne, Loretta Monti, Sonia Neri e Magical Wish. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito con un’offerta libera che quest’anno sarà devoluta a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto scorso.