Reggio Emilia, nel Crostolo spuntano anche i quadri

Nel torrente si trova ormai un po’ di tutto e ieri mattina sono apparse anche le "opere d'arte"

REGGIO EMILIA. Nel letto del Crostolo si può trovare un po’ di tutto. Dai carrelli della spesa abbandonati ai rifiuti rigorosamente indifferenziati, ma anche elettrodomestici e divani piuttosto che sedie evidentemente rimpiazzati da nuovi acquisti. Ma ieri, a galleggiare (si fa per dire, dal momento che il torrente è quasi completamente asciutto) erano dei quadri o più probabilmente delle stampe lanciate dal ponte di via Gorizia.

Ora, detto che della maleducazione ambientale esiste una variopinta casistica, si deve ammettere che buttare quadri fossero pure croste giù da un ponte va oltre ogni immaginazione, fosse la più incivile.

Escludendo che si tratti di opere d’arte preziose oggetto di furto di cui qualcuno si sia voluto disfare magari perché ricercato dalle forze dell’ordine, ma qui siamo su qualche improbabile canale televisvo, la spiegazione è a senso unico. Un trasloco, un restyling della propria abitazione, una cantina svuotata per fare posto ad altro... comunque sia andata va detto che le soluzioni alternative non mancavano. Mai sentito parlare di cassonetti?