Nasce l’Emporio solidale per combattere la crisi

Guastalla: avrà sede all’ex centro diurno e verrà inaugurato il 3 settembre Il sindaco: «Qui le famiglie in difficoltà potranno trovare aiuti economici e sociali»

GUASTALLA. Sala dell’Antico portico di palazzo ducale, gremita, martedì sera per l’avvio del progetto relativo al primo Emporio Solidale della provincia di Reggio Emilia che verrà inaugurato ufficialmente sabato 3 settembre alle 10.30 nella sede di via Don Minzoni a Guastalla, nei locali dell’ex Centro Diurno di proprietà del Comune, che li ha messi a disposizione gratuitamente a sostegno del nuovo progetto.

Dopo la presentazione dell’assessore al welfare Matteo Artoni e il saluto del sindaco Camilla Verona, sono intervenuti Federica Severini dell’associazione DarVoce, ente gestore del Centro di Servizio per il volontariato della provincia di Reggio Emilia e Giacomino Vezzani, presidente Emporio Solidale Parma insieme ad alcuni volontari dell'Emporio solidale di Parma e del nascituro emporio guastallese. «L'Emporio Solidale – ha esordito l'assessore Artoni – è un nuovo modo di combattere la crisi e aiutare le persone in reale difficoltà. L’assessorato al Welfare, fin dai primi mesi del mandato della Giunta Verona, ha messo in campo il proprio impegno nei confronti delle nuove povertà, interpretando la situazione di difficoltà economica di molte persone e nuclei famigliari che negli anni hanno visto peggiorare le proprie condizioni».

«L’Emporio Solidale vuole essere una prima risposta a queste problematiche. Con questa iniziativa – ha continuato Artoni - Superiamo il concetto della borsina alimentare. È un luogo di incontro tra servizi sociali comunali, associazioni che operano nel sociale, terzo settore e mondo del volontariato. Un nodo importante della rete di sostegno ai cittadini in difficoltà che supera il concetto di assistenzialismo ed è uno strumento per restituire dignità alle persone».

E il sindaco Verona ha aggiunto: «L’Emporio è un luogo dove si produce solidarietà, nel quale i nuclei famigliari e i soggetti in situazioni di disagio sia economico che sociale, possono trovare alimenti e altri generi di prima necessità come quelli di ogni altro supermercato. L'Emporio di Guastalla è il primo di tutta la provincia reggiana e nasce dal Tavolo delle nuove povertà che da due anni riunisce associazioni come Caritas, Anteas, San Vincenzo, Chiesa Evangelica Guastallese, Croce Rossa, un Bambino per Amico e Auser. Fondamentale la collaborazione di Coop Nordest che ha fornito gratuitamente carrelli e scaffali, ha fatto donazioni e darà il fresco invenduto di giornata».