Inaugurato il CoRe, l'abbraccio del Grade attorno all'ospedale

Dopo la presentazione del libro "Core la bella utopia" che racconta le storie dei cittadini che hanno contribuito alla sua realizzazione, volontari, medici e donatori hanno fatto un grande girotondo attorno al nuovo reparto del Santa Maria Nuova

REGGIO EMILIA. Sorrisi, abbracci e tanta emozione per la prima inaugurazione del CoRe, quella che si è svolta questa mattina e che ha visto la partecipazione di centinaia di reggiani. Organizzata dalla fondazione Grade sotto la tendostruttura eretta appositamente, è stata l'occasione per presentare il libro "CoRe la bella utopia", che racconta le storie dei cittadini che hanno contribuito alla sua realizzazione.

E' pronta l'ala dell'ospedale: medici e volontari festeggiano con un maxi girotondo

Il vero momento clou della mattinata però è stato il girotondo che ha letteralmente abbracciato il nuovo reparto. Volontari, medici, infermieri, politici e malati tutti assieme stretti per mano a circondare il CoRe, accompagnati dalle note di 8 e 1/2 di Federico Fellini.

Una iniziativa che simboleggia perfettamente quello che rappresenta per la città questa struttura. Una grande opera di partecipazione "dal basso", eretta nel corso di molti anni e che ha fatto delle donazioni della cittadinanza il suo punto di forza. Due milioni e mezzo di euro raccolti grazie all'opera e alla coordinazione del Grade durante sagre, raccolte fondi, eventi e passaparola.

Un traguardo che nel 2009, quando tutto è cominciato e quando il Grade era ancora solo una onlus, sembrava impossibile. Ma che è stato raggiunto grazie alla generosità della popolazione e all'impegno dei tanti medici, volontari e pazienti del Gruppo Amici dell'Ematologia. La festa, perché di questo si è trattato, è cominciata alle 10.15 con la presentazione del volume a cura di Roberto Abati, direttore di Grade, e dello scrittore Pino Salerno.

Il libro, pubblicato dalla compagnia editoriale Aliberti di Reggio Emilia, racconta l’avventura della nascita e della costruzione del Centro Oncoematologico dalla prospettiva del Gruppo Amici dell’Ematologia. Contiene inoltre gli interventi di Luciano Ligabue e Franco Battiato, due fra i molti importanti artisti che hanno messo il loro impegno a servizio della solidarietà e della raccolta fondi.

Presenti all'inaugurazione anche il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi e a sorpresa anche il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziani Delrio che ha sottolineato con queste parole la celebrazione: "Mi hanno detto di venire questa mattina perché la vera festa è adesso, ci si diverte più questa mattina rispetto a questo pomeriggio".

La guida allo shopping del Gruppo Gedi