Festa della Repubblica, premiati 140 partigiani reggiani

La cerimonia in piazza Prampolini e al teatro Ariosto, consegnate 129 medaglie della Liberazione e 11 medaglie d’onore a cittadini deportati nei campi di concentramento

REGGIO EMILIA. In occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica Reggio Emilia ricorda e celebra i suoi eroi che hanno fatto al Resistenza. Con 129 medaglie della Liberazione ad altrettanti ex partigiani reggiani e 11 medaglie d’onore conferite a cittadini deportati nei campi di concentramento tedeschi.

La cerimonia, promossa dalla Prefettura di Reggio Emilia al teatro Ariosto, ha visto la partecipazione delle principali istituzioni del nostro territorio: il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, il Prefetto di Reggio Emilia e il presidente dell’Anpi reggiano Ermete Fiaccadori.

Il 2 Giugno a Reggio Emilia, dall'inno di Mameli a Bella Ciao

L’evento è cominciato in mattinata a piazza Prampolini con la sonata a distesa della campana della Torre civica, seguita dalla cerimonia dell’Alzabandiera e dallo schieramento dei Reparti. Alle 11 infine la consegna vera e propria delle medaglie, seguita dai discorsi delle autorità del territorio.

Infine, a chiudere l’elenco di tutti i partigiani premiati, non poteva mancare l’inno della Resistenza “Bella ciao”, cantato a squarciagola e con fierezza da tutti i presenti. E, a qualcuno, è scesa anche qualche lacrima.