Rinnovata la convenzione con la materna parrocchiale

LUZZARA. Il consiglio comunale ha approvato la nuova convenzione tra il Comune e la scuola parrocchiale. Con un investimento di 200mila euro complessivi verrà così garantita l’apertura dell’asilo...

LUZZARA. Il consiglio comunale ha approvato la nuova convenzione tra il Comune e la scuola parrocchiale. Con un investimento di 200mila euro complessivi verrà così garantita l’apertura dell’asilo parrocchiale, che ospita una sessantina di bambini. L'accordo sarà in vigore fino alla fine del mandato dell’attuale amministrazione, cioè fino al 2020.

«Il rilancio sulla scuola materna, attraverso questa convenzione, ci permette di dare una risposta al 100% delle richieste di iscrizione – spiegano il sindaco Andrea Costa e l’assessore alla scuola Elisabetta Sottili – Il nostro sistema nella fascia di età 3-6 anni poggia su scuola materna parrocchiale e su tre scuole materne pubbliche, dislocate a Luzzara, Codisotto e Villarotta. Il contributo – continuano gli amministratori – è passato dai 41mila euro del 2014 ai 50mila attuali e prevede una condivisione di obiettivi e modalità di gestione, tanto che il rappresentante dell’amministrazione comunale partecipa agli incontri del Consiglio della scuola, e che la parrocchiale accolga anche bambini stranieri. L’aumento dello stesso è stato inoltre approvato solo dopo l’aumento del 10% delle rette mensili pagate dalle famiglie dei piccoli alunni».

Tra i punti dell’accordo, il recepimento della convenzione quadro regionale sulla disabilità, con cui si prevede la verifica della disponibilità di ulteriori risorse in caso di nuove necessità per l’accoglienza di bambini con disabilità. Il contributo viene erogato dal Comune a seguito della presentazione del bilancio e del piano formativo della scuola parrocchiale ed è calcolato allineandolo a quanto gli altri Comuni versano pro-quota per bambino.

«L’amministrazione comunale – concludono Costa e Sottili – ragiona in termini di offerta scolastica complessiva, prestando attenzione alle esigenze delle famiglie e dei bambini, più che alla separazione ideologica di chi gestisce. A Luzzara abbiamo un’offerta formativa plurale intensamente strutturata, con due asili nido, quattro materne, due scuole elementari e una scuola media, con una qualità garantita anche grazie al rapporto organico tra il Comune e i diversi soggetti che operano all’interno delle scuole e al sostegno economico che diamo per arricchire l’offerta formativa». (m.p.)