Un 59enne di Cavriago pestato a sangue a Parma

L’agente di commercio si trovava all’Escalier, locale che frequentava da giovane: «Colpito con un pugno da uno sconosciuto, e nessuno mi soccorreva»

CAVRIAGO. Un trauma cranico facciale, costole rotte, contusioni varie e un mese di prognosi. E' il risultato della serata in discoteca di un 59enne cavriaghese, agente di commercio ed ex ufficiale dell'Aeronautica, che racconta di aver subìto una tremenda aggressione nella notte tra il 20 eil 21 febbraio scorsi all'esterno della discoteca Escalier di Parma.

L'uomo aveva deciso di tornare in quella discoteca – della quale era un abituale frequentatore negli anni passati – con la speranza di incontrare qualche vecchio amico e di passare una serata divertente. Una volta entrato, si è reso conto che l'età media si era notevolmente abbassata, ma ciononostante ha avuto modo di passare qualche attimo in compagnia grazie all'invito di una coppia di coetanei che lo ha chiamato a sedersi con loro.

Per sdebitarsi della gentilezza, il 59enne ha offerto loro un prosecco, ma a quel punto i suoi ricordi si interrompono. E riprendono in un contesto totalmente diverso: ossia fuori dal locale, nel bel mezzo di una discussione con uno dei "buttafuori".

All'improvviso spunta un altro uomo – descritto come un 30-35enne con pochi capelli biondi e addosso una camicia a quadri – che lo colpisce violentemente con un pugno al volto. Il cavriaghese finisce a terra, pieno di sangue, e racconta anche della presenza di una ragazza che lo insulta.

Quali erano i motivi del diverbio? E perché non ricorda nulla? L'uomo, che soffre di diabete e di epilessia, non può bere alcolici e dunque al tavolo con gli amici ha assunto solo sostanze analcoliche, consapevole dei propri disturbi. Una volta ripresosi, è rientrato nel locale per cercare il proprio aggressore, ma senza fortuna. E a quel punto si è fatto venire a prendere dalla moglie. La sua ferma volontà è ora quella di ricostruire l'accaduto e capire per quale motivo nessuno abbia avvisato i carabinieri e l'ambulanza.

Il giorno dopo, a causa dei forti dolori, l'uomo è andato all’ospedale di Montecchio, dove gli sono state riscontrate diverse fratture. I responsabili del locale non hanno saputo fornire dettagli sull'accaduto, mentre il 59enne ha sporto denuncia per lesioni personali contro ignoti. Ora vuole trovare testimoni che possano aiutarlo a ricostruire il pestaggio.