Le gru di Heila svettano in Polonia e nel Golfo

Dalla storica azienda di Poviglio escono i macchinari ad altissima tecnologia Un modello telescopico offshore, un altro idraulico completamente richiudibile

POVIGLIO. Heila Crames spa, l’azienda di Poviglio fondata begli anni ’70 fa parlare di sè in Golfo Persico e Polonia. Nel mese di febbraio, Heila ha infatti consegnato a International Naval Work - una delle principali compagnie petrolifere e di servizi marini di gas offshore – di Alessandria d’Egitto una nuova gru telescopica offshore. Il team tecnico di International Naval Work ha installato e collaudato la gru a bordo della nave, che navigherà per i prossimi cinque anni nell'area del Golfo.

Ad essere dotato di una gru marina completamente richiudibile prodotta da Heila è invece l’Sg 311, uno dei due più grandi moto-pattugliatori della Guardia Costiera polacca. L’imbarcazione, lunga 42 metri, è in grado di movimentare fino a 380 tonnellate. E’ stata costruita negli anni '90 e, dopo oltre vent’anni di servizio, è stata oggetto di una revisione completa iniziata nel 2014. L'opera più importante riguardava la manutenzione della carena e altri dispositivi, nonché la riparazione dei sistemi ed degli impianti. Il restyling della nave ha interessato inoltre gli spazi a disposizione dall’equipaggio: cucina, mensa, magazzino-dispensa e timoneria. Nella seconda fase del restyling è stata installata a poppa la nuova gru idraulica completamente richiudibile di Heila che viene utilizzata anche per abbassare in acqua i mezzi galleggianti degli ufficiali che controllano le navi.

La nave della Guardia Costiera è dotata di oltre 150 metri di un sistema di sbarramento galleggiante utilizzato per contenere e raccogliere le fuoriuscite di petrolio in mare, movimentato e sollevato dalla gru marina idraulica.

Il sistema è composto da un dispositivo speciale che raccoglie l'inquinamento sull’acqua e lo trasmette ai serbatoi che si trovano sotto il ponte.

Heila Cranes spa, fondata negli anni '70, produce gru marine customizzate espressamente progettate e realizzate per tutte le applicazioni marine, sia di bordo che in mare aperto, dove il design, la sicurezza e gli standard di affidabilità sono estremamente importanti e prevalgono condizioni ambientali davvero ostili.

Ricerca e sviluppo, progettazione e produzione sono svolte nello stabilimento di Poviglio, a stretto contatto con una rete consolidata di fornitori. All'inizio del 2012 Heila Cranes e Double D Marine Equipment, azienda olandese con storica e attiva collaborazione, hanno deciso di unire la propria attività. Heila Cranes si concentra sulla produzione di gru marine shipboard e offshore; Double D Marine acquista il ruolo di centro di assistenza post-vendita in tutto il mondo per le gru di Heila. Double D Marine Equipment si occupa inoltre delle vendite di gru marine e offshore in Nord Europa e in Benelux. Questo connubio si consolida ancora di più a gennaio 2015 quando il cambiamento del logo aziendale riassume graficamente la nuova compagine aziendale: l’azienda olandese si trasforma in Heila Cranes Nederland e il legame con l’azienda di Poviglio diventa simbiotico. Il successo del gruppo ora si basa su tre aziende principali che portano le gru marine nel mondo: Heila Cranes spa Insieme ad Heila Cranes Nederland e la nuova nata Heila Cranes South East Asia.