Fa filotto con l’auto sulla ciclabile e fugge: identificato

Luzzara: la sera del 30 dicembre il conducente aveva travolto le colonnine in ghisa della pista pedonale di Codisotto

LUZZARA. Grazie alla volontà investigativa di un funzionario dell'ufficio tecnico di Luzzara in collaborazione con la Polizia municipale dell’Unione Bassa reggiana, è stato individuato un automobilista pirata che, il 30 dicembre, aveva distrutto le colonnine della pista ciclabile sulla strada provinciale Ss.62 della Cisa che attraversa l’abitato di Codisotto (via Nazionale).

All’ufficio tecnico era arrivata la notizia da parte di alcuni cittadini che nella notte di mercoledì 30, un’ auto aveva travolto e divelto le colonnine in ghisa per un danno di svariate migliaia di euro. Ma era impossibile, al momento, rintracciare il conducente per avere dati personali e relativa polizza assicurativa. Si prospettava dunque l’evenienza che il danno potesse ricadere sulle casse comunali e quindi riparato con le tasse pagate dai cittadini.

Tuttavia, Lorenzo Davoli, funzionario dell'ufficio tecnico, ha voluto indagare e dopo aver raccolto i pezzi di carrozzeria e dei vetri del fanale rimasti sul luogo del “misfatto” ha cominciato a controllare se qualche auto, parcheggiata nei paraggi, presentasse qualche segno d'urto. Davoli è riscito a trovare una Volkswagen Polo che aveva alcune ammaccature sulla parte anteriore destra e dai pezzi che aveva conservato, confrontandoli con paraurti e fanaleria, ha visto che c'era una certa corrispondenza.

Davoli ha così inviato la targa alla Polizia municipale e l’agente Mirko Bertazzoni, attraverso un rapido controllo è risalito al proprietario della “Polo” e ha raccolto le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza di alcune case a ridosso del luogo dell'incidente.

Chiamato in ufficio, prove alla mano, l'automobilista ha ammesso di essere il responsabile del danno e quindi non gli è rimasto altro che dare le proprie generalità e fornire il numero di polizza assicurativa per avviare l'iter di risarcimento del danno. Lorenzo Davoli e Mirko Bertazzoni hanno poi ricevuto i ringraziamenti e i complimenti dal sindaco Andrea Costa. (m.p.)