Al centro commerciale di Montecchio un murales contro il consumismo

L'opera realizzata al centro commerciale La Terrazza dello street artist Daniele Castagnetti

MONTECCHIO. Con una mano getta via soldi, cellulare, armi, un’automobilina e una coppa. Con l’altra dipinge un sorriso. È l’azione – immortalata dall’arte di Daniele Castagnetti – dell’ultimo arrivato al centro commerciale La Terrazza di Montecchio.

«C’era un muro inutilizzato su cui anni fa noi commercianti avevamo appeso delle pubblicità – racconta Lisa Chiari, titolare del negozio Ottica Dolce Vista e ideatrice del progetto – ma ormai molte insegne si riferivano a negozi che avevano chiuso o si erano trasferiti altrove, così abbiamo deciso di cambiare e fare qualcosa di alternativo. Allora abbiamo contattato Daniele Castagnetti, uno street artist molto famoso che aveva partecipato anche ad alcuni festival di street art tra Selvapiana e Trinità, e gli abbiamo chiesto di realizzare un murales con dei bambini».

Castagnetti, però, è andato oltre. «Quando lavoro – spiega lo street artist di Ciano – rispetto le esigenze del cliente ma inserisco sempre qualcosa di mio, in modo che emerga la mia filosofia di vita. In questo caso, dovendo realizzare un murales in un centro commerciale e a cavallo del Natale, ho pensato di sviluppare una sorta di critica al consumismo sfrenato. Il bambino, infatti, con una mano getta via tutto quello che è superfluo, ovvero gli oggetti materiali, mentre con l’altra dipinge un volto che sorride. Perché alla fine è questo quello che conta davvero».

«Il messaggio – gli fa eco Lisa Chiari – è che le relazioni umane sono sempre da preferire ai beni materiali. E questa è anche la filosofia del nostro centro commerciale: noi commercianti siamo tutti del posto e da tanto tempo ci conosciamo e conosciamo i nostri clienti, coi quali vogliamo intrattenere rapporti umani oltre che commerciali».