Parola d’ordine, innovazione

L’evento dedicato a Valeria Solesin ed Enrico Liverani: 40 interventi

REGGIO EMILIA. «Il Governo ha smesso di fare le stesse cose che si facevano da vent'anni. Lavoro, sacrificio e buone idee, così si innova l'Italia».

Con queste parole la componente dell'intergruppo parlamentare per l'innovazione Anna Ascani ha chiuso “innòva2015” iniziativa organizzata dalla Fondazione Ora! al Tecnopolo di Reggio Emilia e dedicata a Valeria Solesin ed Enrico Liverani.

«Questa giornata - spiega Benedetta Scagnelli, tra gli organizzatori - abbiamo pensato di dedicarla a due persone che non si limitavano a guardare il mondo per quello che è, cercavano di cambiare le cose. Nostro compito oggi e sempre è quello di continuare il loro lavoro».

Oltre 200 gli accreditati all’evento, l'hashtag ufficiale #innova2015 nei trentopic di twitter per oltre sette ore, molti giovanissimi, studenti universitari e startupper o aspiranti tali hanno seguito i circa 40 interventi che si sono susseguiti sul palco andando a comporre i tre ambiti: innovare l'educazione, innovare l'economia e innovare la pubblica amministrazione.

Molto atteso il contributo video del Ministro della Difesa Roberta Pinotti. «Più investimenti in cooperazione e forze di intelligence per combattere il terrorismo, inutile invece invocare la chiusura delle frontiere» queste le parole del Ministro che si sono soffermate sugli ultimi fatti di cronaca.

«La giornata - ha sottolineato Alessio Pecoraro ideatore di innova2015 - è stata la perfetta occasione per un incontro e una discussione riguardo al grande tema dell'innovazione: in un luogo così appropriato come può essere il Tecnopolo, simbolo di per sé di novità e potenzialità. Si è parlato di cultura, scuola, politica ed economia in un tempo come il nostro sempre in movimento e alla ricerca di perfezione e nuovi attori».

Presente la comunità reggiana degli innovatori, da Rei (Reggio Emilia Innovazione), partner attivo che ha supportato gli organizzatori in tutte le fasi di costruzione dell'evento, a Impact Hub Reggio. Importante il contributo di Valeria Montanari, assessore all'innovazione del Comune di Reggio Emilia.