Goldoni, l’accordo piace ai lavoratori

RIO SALICETO. I lavoratori della Goldoni venerdì in assemblea hanno approvato all’unanimità l’accordo per la ripresa e il rilancio delle attività produttive sottoscritto il 20 novembre tra la Fiom...

RIO SALICETO. I lavoratori della Goldoni venerdì in assemblea hanno approvato all’unanimità l’accordo per la ripresa e il rilancio delle attività produttive sottoscritto il 20 novembre tra la Fiom Cgil e la nuova società cinese Lovol Arbos Group Spa. L’accordo è stato apprezzato in tutte le sue parti, soprattutto il piano industriale che prevede il mantenimento e potenziamento delle attività produttive a Rio Saliceto e il conseguente progressivo rientro dei lavoratori dall’attuale cassa integrazione. Ora anche i lavoratori della Goldoni hanno dato un segnale di fiducia sul percorso tracciato per far ripartire al più presto un’azienda storica. Molto apprezzato il lavoro svolto dalla Rsu della Goldoni unitamente alla Fiom Cgil. «Questo è un primo passo importate e determinante – affermano Cesare Pizzolla, segretario provinciale Fiom Cgil, e Antonio Petrillo, Fiom – ma che avrà bisogno nei prossimi giorni di ulteriori accordi applicativi per rendere concreti gli impegni sottoscritti dalle parti». Ottenuto il consenso dei lavoratori, lo stesso accordo sarà siglato nei prossimi giorni in Provincia a Modena alla presenza del presidente Muzzarelli e dei sindaci di Carpi e Rio Saliceto e dei rappresentanti della Provincia di Reggio, a conferma degli impegni assunti dalla nuova proprietà. «Ribadiamo la nostra soddisfazione – continuano Pizzolla e Petrillo – per un accordo molto positivo per tutti i lavoratori della Goldoni, che mantiene un brand storico sul territorio portando beneficio anche a tutta la comunità locale. La conclusione della vertenza è l’ennesima conferma che gli accordi sono possibili anche in situazioni complicate come quella della Goldoni, e che la Fiom come sempre è disponibile a trovare soluzioni condivise».