Ex Reggiane, aperti i cancelli al Tecnopolo

Sullo storico ingresso di via dell’Aeronautica, chiuso per anni, sarà installato un maxischermo con le immagini del progetto

REGGIO EMILIA. Un maxi schermo di circa trenta metri, pronto a proiettare le immagini del futuro. I lavori di bonifica sono iniziati. E lo storico cancello delle Reggiane in via dell’Aeronautica, punto di accesso e di uscita dal cantiere, dopo anni di chiusura è stato finalmente riaperto.

È qui che il Comune installerà un mega display nel quale verranno proiettate le immagini con il rendering dell’attesa ristrutturazione del capannone 17, principale tassello insieme al padiglione 18 di quell’ambizioso progetto di riqualificazione che trasformerà le ex Officine Reggiane nel nuovo fulcro della ricerca e dell’innovazione: il Tecnopolo, già pronto ad ospitare le prime aziende, come annunciato lo scorso ottobre.

Dal cancello aperto, la vista spazia sul braccio storico di viale Ramazzini, che sarà riaperto a fine lavori, tagliando in due le ex Reggiane. Un investimento imponente di circa 35 milioni di euro, in partnership pubblico-privata, nell’ambito di progetto di riqualificazione urbana che entro la fine del 2017 ridisegnerà anche piazzale Europa e viale Ramazzini pronti a diventare sede del nuovo parco dell'Innovazione.

Il progetto ruota proprio attorno al recupero dei capannoni 17 e 18, con la prospettiva di ampliare la riqualificazione anche al numero 15. Per la riqualificazione architettonica e funzionale del capannone 17, l'importo previsto è pari a 6,5 milioni di euro.

Per l’intervento nel capannone 18, invece, l’importo complessivo è di 12,9 milioni. La Reggiane spa gestirà le risorse per l’intervento che, per la parte di finanziamento pubblico, consistono complessivamente a 13 milioni di euro, di cui 10,9 milioni finanziati dal Piano nazionale Città del governo, e due milioni finanziati attraverso il Documento unico di programmazione (Dup) della Regione. (e.spa)